Ilary Blasi tra il sesso con Totti e il no al 4° figlio: 'tre non sono mica pochi'

Basta figli per Ilary Blasi. La conduttrice Mediaset spiega anche il perché.

francesco-totti-ilary-blasi.jpg

Una lunga intervista a 360° quella rilasciata oggi da Ilary Blasi a Il Fatto Quotidiano. La conduttrice del Grande Fratello Vip, negli ultimi mesi autentica Regina Mediaset, ha voluto distinguere la sua vita al fianco dell'ex numero 10 giallorosso Francesco Totti a quella televisiva 'da reality'.

"La nostra quotidianità a volte è più banale di quanto uno possa pensare, tra ruoli e doveri, obblighi famigliari e desideri di fuga per una vacanza; quindi le gioie di una famiglia che sta bene insieme. Restano i riflettori perennemente accesi. E magari ormai siamo diventati scontati, sui giornali in questi anni è apparso un po’ di tutto, compresa la discussione su un quarto figlio: sì o no?”.

Domanda delle domande a cui Ilary, per l'ennesima volta, ha replicato con fermezza.

“Ma tre non sono mica pochi. Uno può sfruttare le facilitazioni sul piano economico, ma poi vanno cresciuti e a noi non piace delegare; possiamo cedere quando siamo costretti dalla situazione, altrimenti non si discute, a ciascuno il suo del portare il giusto contributo alla famiglia. E questo discorso valeva anche prima del suo addio al calcio”.

Sette anni fa, era il 2010, la Blasi rilasciò una dichiarazione che fece presto il giro d'Italia: "Mio marito è un po' fissato per il sesso, per fortuna ci sono ritiri e allenamenti". Ma ora che il Totti calciatore si è ritirato, andando incontro ad una nuova vita da dirigente, come avrà mai reagito Ilary?

"Infatti ho iniziato a lavorare tanto io".


Una famiglia da sit-com, come prima e più di prima, per un matrimonio in cui la gelosia, chi l'avrebbe mai detto, non riguarderebbe tanto l'ex campione del mondo.

"Sono anni che me lo chiedono, battute su battute, eppure la realtà è decisamente differente: quando usciamo insieme, gli uomini guardano lui, non me. Una tristezza".

  • shares
  • Mail