parliamo diGrande Fratello Vip

Questa esperienza ce la porteremo dietro tutta la vita, non c’è paragone con La Fattoria”. Raffaello Tonon mette sulla bilancia i due reality a cui ha preso parte e mette in cima alla classifica delle emozioni quelle vissute nella casa del Grande Fratello Vip.

Nel 2005 Tonon trionfò nel programma all’epoca condotto da Barbara D’Urso, ma si è reso conto di aver maturato solo vaghi ricordi.

“Mi ha cambiato la vita avendolo vinto, prima Costanzo e poi Barbara non potrò mai dimenticarli. Fu l’inizio della mia carriera, là però tutto era circoscritto. A botta calda pensavo che mi sarei portato dietro quell’avventura tutta la vita. Non è così, ci sono dei pezzi che perdi”.

Diverso il discorso per il Gf Vip, con Raffaello che è subentrato in corsa assieme a Carmen Russo e Corinne Clery

“Partii pensando di fare un altro reality. Qui è tutto diverso, psicologicamente. Là le giornate le passavi lavorando con le mani, l’essenza del programma era far vedere a chi era a casa come i privilegiati si districavano nella difficoltà della povertà, del lavoro e della convivenza. Qui invece il pubblico vuole vedere come viviamo chiusi in casa, ma da questo caposaldo noi che siamo in questa condizione ci troviamo a mettere in moto dei meccanismi psicologici. Questo fa sì’ che te lo porterai dietro tutta la vita”.

Della stessa opinione Daniele Bossari, che ha confidato a Tonon e Onestini di non aver partecipato al reality per questioni economiche o professionali: “Sono venuto qui principalmente per vincere alcune cose, ho completato un percorso, mi sono trasformato. La mia vita ora è cambiata, non ci sono altri termini”.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto