Nicola Savino: "A 7 mesi un'infermiera mi tagliò un dito per errore, nei primi anni in tv mettevo un arto finto"

Il conduttore de Le Iene ospite a Verissimo.

1-a-nicola-savino-a-verissimo.jpg

Nella puntata di domani, sabato 25 novembre 2017, tra gli ospiti di Verissimo ci sarà anche Nicola Savino. Il conduttore de Le Iene si è raccontato ai microfoni di Silvia Toffanin e ha confidato un episodio molto doloroso della sua vita: ha perso un dito quando era solo un bambino.

Nel luglio del 1968, avevo sette mesi, per un calo di peso mi ricoverarono in ospedale. Lì mi nutrivano tramite una flebo messa nella manina. Nel cambiare la flebo, con una forbicina, invece di tagliare solo la garza l’infermiera mi tagliò anche il dito. Cercarono di riattaccarmi il dito ma non ci riuscirono.

Il conduttore e speaker radiofonico non nasconde che questa cosa ha rappresentato un problema per lui, soprattutto all'inizio della sua carriera televisiva:

Per me è stato un complesso per i primi anni di tv. Non mi sarei mai sognato di parlarne o di fare vedere la mia mano, tanto che i primi tempi mettevo un arto finto.

Savino, che ha di recente festeggiato i 50 anni, durante l'intervista ha ricevuto gli auguri di Fiorello e ne ha approfittato per spiegare l'amicizia rinsaldata con lo showman siciliano:

Fiorello lo sento come uno di famiglia. Ci siamo rivisti ultimamente perché ci ha colpito un lutto comune e ci siamo tanto uniti per questo. Ci stiamo sentendo molto.

  • shares
  • Mail