Uma Thurman rompe il suo silenzio in merito all’argomento ‘molestie’. Se la prende con Harvey Weinstein, che in passato ha lavorato proprio con l’attrice in diverse pellicole: da Kill Bill a Pulp Fiction, fino a Beautiful Girls e Il sapore del successo, distribuiti da altre compagnie sempre di proprietà Weinstein.

Se qualche settimana fa, durante un’intervista, la Thurman non si era smossa più di tanto affermando:

Non ho una dichiarazione pronta, perché ho imparato col tempo che non sono più una bambina. Ho imparato che quando parlo con la voce della rabbia, di solito poi mi pento del modo in cui mi sono espressa. Quindi aspetto di sbollire un po’, e quando sarò pronta, dirò tutto quello che devo dire a riguardo.

Adesso, pare che quel momento sia arrivato. In una foto pubblicata poche ore fa sul suo profilo Instagram, in occasione del giorno del ringraziamento, l’attrice, nei panni della sposa interpretata in Kill Bill scrive un augurio al ‘vetriolo’, con tanto di hashtag #metoo (usato per denunciare le molestie sessuali):

Felice Giorno del Ringraziamento. Sono grata di essere viva, sono grata per tutti coloro che amo e per tutti coloro i quali hanno il coraggio di prendere posizione per gli altri. Recentemente ho detto che ero arrabbiata e ho diversi motivi, #metoo, in caso non lo abbiate capito dall’espressione sul mio viso. Penso sia importante prendersi il giusto tempo, essere onesti, essere precisi. Felice Giorno del Ringraziamento a tutti! (tranne che a te, Harvey, e a tutti i tuoi malvagi cospiratori – sono felice che la cosa stia andando per le lunghe – non meriti una pallottola) – rimanete sintonizzati.

Il “rimanete sintonizzati” potrebbe alludere a nuove rivelazioni in arrivo?

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto