Lo scandalo molestie, che in Italia ha coinvolto soprattutto il regista Fausto Brizzi, continua ad imperversare sui media. Oramai, tanti personaggi, televisivi e cinematografici, hanno espresso la loro sull’argomento, raccontando, nella maggior parte dei casi, anche un aneddoto a riguardo.

Anche Fabio Volo, intervistato da Un giorno da pecora, ha confessato di aver subito un avance molto pesante, quasi una molestia. Lo scrittore, attore e conduttore radiofonico bresciano, infatti, durante la propria breve (per fortuna) carriera da cantante, ha dichiarato che un organizzatore di concerti ci provò con lui mentre stava facendo la doccia in un camerino.

Le dichiarazioni:

Quando facevo il cantante, ed ero giovanissimo, andai ad esibirmi in un festival. Uno degli organizzatori, che era gay, bussò alla porta della mia camera. Stavo quasi per farmi la doccia e gli aprì la porta con l’asciugamano legato in vita. Lui mi salutò e io gli chiesi se aveva bisogno di qualcosa. Mi chiese se avessi bisogno di compagnia. Io gli risposi di no, aggiungendo che mi stavo per andare a fare la doccia. Lui mi disse: se vuoi ti lavo la schiena…

Questa fu la reazione di Fabio Volo:

Ero un ragazzotto di Brescia e gli dissi: facciamo che conto fino a cinque. Se al cinque sei ancora qui ti stacco la testa!

Volo, però, ha anche aggiunto che, quando è l’uomo a subire la molestia, la reazione non può essere la stessa di una donna:

In questi casi c’è molta differenza tra uomo e donna. Se fossi stato una ragazzina magari avrei avuto paura a dirlo…

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto