Claudia Schiffer, 47 anni, oltre 700 copertine internazionali a lei dedicate, e un patrimonio che nel 2002, secondo Forbes, ammontava a 55 milioni di dollari. La storica top model degli anni ’90 si racconta in un libro fotografico dal titolo omonimo Claudia Schiffer, pubblicato da Rizzoli Usa lo scorso ottobre per festeggiare i suoi 30 anni di carriera.

Scoperta a soli 17 anni in una discoteca di Düsseldorf da Michael Levaton, capo di un’importante agenzia di moda, Claudia Schiffer nelle pagine del suo libro rivela un lato di sé che nessuno si aspetta.

Da piccola avevo le gambe a X, il sedere sporgente e l’andatura ondeggiante, tanto che a scuola mi chiamavano “l’anatra”. Ora ci rido, ma ero così devastata che mi chiusi, terrorizzata all’idea di parlare a chiunque. Reagendo in modo – se vogliamo – infantile, mi perdevo nel mio mondo fantastico sognando di fuggire e diventare una modella per dimostrare che si sbagliavano, mettendo fine alle prese in giro

E il suo sogno si è avverato. Claudia Schiffer è entrata nell’Olimpo delle top model e lo scorso settembre, nel tributo a Gianni Versace della Maison milanese, è tornata in passerella al fianco di Naomi Campbell, Cindy Crawford, Helena Christensen e Carla Bruni, ricreando l’allure dei gloriosi anni ’90.

All’inizio non avevo detto a nessuno dei miei amici che cosa stesse succedendo – racconta Claudia nel libro – per non dover poi raccontare di un fallimento 

La modella tedesca doveva diventare avvocato come suo padre, ma la sua vita ha preso un’altra strada. Oggi è sposata con il produttore
e regista inglese Matthew Vaughn, al quale ha dedicato il suo libro.

Ancora oggi ogni tanto mi do un pizzicotto per sincerarmi di non vivere un sogno, di non essere un giorno colta in flagrante mentre fingo di essere una modella… Però grazie a questo volume mi sono resa conto che posso stare tranquilla, abbassare la guardia e,  forse, essere un po’ più aperta

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto