Uomini e Donne, Rosa Perrotta a Non è L'arena: "Molestie? Ne ho viste abbastanza di cose" (VIDEO)

L'ex tronista di Uomini e Donne: Vi assicuro che si rinuncia a tanto dicendo 'No'.

L'ex tronista di Uomini e Donne, Rosa Perrotta, è stata ospite nel 1° appuntamento del nuovo programma di Massimo Giletti Non è L'arena. L'argomento è quello legato allo scandalo molestie, e la Perrotta, presente in studio insieme alla giornalista Luisella Costamagna, l'agente dei vip Lele Mora, l'avvocato Giulia Bongiorno e l'ex attrice Serena Bruni, ha voluto raccontare il suo episodio, risalente a quando aveva 20 anni, iniziando con una premessa:

Sono sempre stata più orgogliosa dei miei 'no' che dei miei 'sì'. Ma non mi ritengo migliore di chi non è stato capace di dire no. Sicuramente sono più forte e fortunata. Ho cominciato a fare la modella a 18 anni, quindi ne ho viste abbastanza di queste cose, e vi assicuro che si rinuncia a tanto dicendo no. E' una scelta coraggiosa.

La Perrotta, poi, è entrata nei particolari raccontando l'episodio che la riguarda:

Ero fuori per lavoro, conosco una persona sui 50 anni, un agente o pseudo tale, che si accompagnava con una ragazza molto più giovane di lui perché poteva essere una mia coetanea. Questa persona cerca di avvicinarmi, trova i modi dicendomi: 'Sei molto bella e molto spigliata', sapendo che ero lì per fare la modella. Mi prospetta una serie di occasioni tutte belle impacchettate dicendomi: 'Ti porto a conoscere questa o quella persona', addirittura un giorno mi caccia dei soldi, forse 10.000 euro, per comprarmi quello che voglio e per farmi un regalo, ma rifiuto l'offerta. Lui mi contatta sempre più insistentemente, dicendomi 'Non perdere questa opportunità'. Però c'era il prezzo da pagare, un iter da seguire, il primo step era lui e poi dopo la conoscenza con altri, diceva che mi avrebbe messo anche in contatto con dei politici, ed io sono sparita!

Le rivelazioni, seguono naturalmente la scia del caos che ha creato lo scandalo molestie, nel mondo dello spettacolo.

 

  • shares
  • Mail