Ospite dell’ultima puntata di Domenica Live, Corinne Clery ha parlato nuovamente del suo rapporto con Angelo Costabile, di 28 anni più giovane, che ritiene essere l’uomo della sua vita:

Clery: Lo amo da morire da sette anni tra venti giorni. Io, fino a due anni fa, ho avuto una bruttissima malattia, mi sentivo una donna finita a livello fisico. Ho fatto otto mesi di cortisone, mi sentivo una schifezza, ma lavoravo lo stesso in teatro. Sono stata malissimo. Perché questo giovane uomo deve subire? Ho avuto le mie debolezze. Mi sentivo morire. Gliene ho detto di tutti i colori per capire quanto mi amava. Lui ha un carattere bello forte, ci siamo scontrati.

Sono passati, oltre 15 anni, per la pace tra l’attrice francese, Serena Grandi e Edoardo Ercole, tra recriminazioni, scontri e dichiarazioni rilasciate sui giornali:

Corinne: Credo che siamo irruente tutte e due. Oggi le ho detto: “Perché abbiamo litigato?”. Ad Edoardo, quando l’ho conosciuto a 5 anni, gli ho voluto un bene pazzesco. Lui era una vittima. Cerco che voglio recuperare con Serena, mi ha fatto ridere tutto quello che mi ha detto. Anche io ho risposto a tono. Io non mi sono infilata nel letto di Giuseppe, l’ho chiamata per avvertirla sapendo che sarebbero uscite delle foto. Abbiamot trascorso quattro anni bellissimi. E’ stato un gran piacere riabbracciare Edoardo, è stato in mezzo a due guerre senza conoscere la verità su suo padre.

Nel corso della chiacchierata, c’è stato un lungo diverbio tra Karina Cascella (“Ci vuole un’esorcista perché hai altri problemi”) e Corinne Clery (“Sei una pazza isterica, tu chi sei?, Sei pagata in tv per dire queste scemenze, sei malata di invidia, cosa hai nel corpo, perché ce l’hai col mondo, con questa gallina non ci voglio parlare?!, Barbara ma dove l’hai trovata?!”) e Serena Grandi e Riccardo Signoretti, direttore di Nuovo (che ha tirato fuori alcune ruggini del passato): “Ero felice, mi avete rovinato la giornata”.

Ed, infine, la questione delle ceneri custodite gelosamente da Corinne contese da Edoardo:

Corinne: Ha ragione. Lui è stato sul letto del padre tre quattro giorni prima della morte. Poi, sono partita per Parigi perché ero sotto ad un treno. Mi hanno chiamato per la custodia delle ceneri. Ho sbagliato perché non l’ho chiamato, chiedo scusa. Lui è giovane. Non puo’ spargerle nella natura, ma tenerle custodite in un luogo chiuso. Gli rimprovero di avermelo chiesto via giornali e non al telefono. Gli ho promesso che disperderò le ceneri al mare come voleva Giuseppe.

Grandi: Forse ha voluto avere anche lui qualcosa di suo padre.

Ritira la querela nei confronti di Edoardo (“Penso che sia maturato, non si merita una spada di Damocle sulla sua testa”).

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto