Monica Bellucci difende Giuseppe Tornatore: 'è un galantuomo'

Monica Bellucci sottolinea la differenza tra avances e violenza sessuale.

Monica Bellucci deve tanto, se non tutto, a Giuseppe Tornatore. Fu il regista premio Oscar a far decollare la sua carriera internazionale con Malena, per poi ritrovarla sul set di alcuni spot e in Baaria. Un rapporto professionale che è sfociato in amicizia, tanto da portare l'ex moglie di Vincent Cassel a difendere il regista dalle accuse di Miriana Trevisan, ex volto di Non è la Rai che ha accusato Tornatore di molestie.

Sbarcata a Roma per ritirare il Premio Virna Lisi 2017 proprio dalle mani di Giuseppe Tornatore, la Bellucci è così intervenuta sullo spinoso argomento della settimana.

«Con lui ho lavorato cinque mesi per Malena. È una persona eccezionale, siamo molto amici ed è una persona che consulto quando ho bisogno di un consiglio. Quando ho letto di questa accusa sono rimasta chiaramente stupita e ho pensato a lui e alla sua famiglia che conosco molto bene».

Monica ha poi voluto ricordare la differenza tra avances e violenza, sottolineando l'importanza di questo momento storico in cui il muro di omertà è finalmente crollato.

«In qualsiasi ambiente non credo ci sia donna che non abbia conosciuto un gesto indiscreto di un uomo». «Noi donne dobbiamo imparare molto presto cosa voglia dire un atteggiamento inopportuno da parte di un uomo, per dirla in modo elegante. Sono felice, soprattutto per le mie figlie, che adesso le donne abbiano deciso di parlare. Certe cose devono cambiare e stanno cambiando. Non ci scordiamo che storicamente le donne mangiavano i resti di quello che mangiavano gli uomini. E finalmente oggi, dopo tanti soprusi, le donne scoppiano. Ma quando si scoppia con rabbia, può capitare di essere affrettati o maldestri».

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail