Miriana Trevisan rivela: "Scappai da Giuseppe Tornatore, mi spinse al muro, e mi mise le mani sul seno". Il regista replica

Miriana Trevisan accusa il regista Giuseppe Tornatore per molestie, raccontando i fatti risalenti a 20 anni fa. La risposta del regista: "Ricordo solo un incontro cordiale"

Miriana Trevisan

La showgirl 44enne Miriana Trevisan, già recentemente, in un articolo scritto sul sito di Linkiesta, aveva anticipato qualche dettaglio sul suo episodio, ora, in un'intervista alla rivista rilasciata a Vanity Fair, racconta per la prima volta quanto di spiacevole le è accaduto con il famoso regista Italiano Giuseppe Tornatore, i fatti risalirebbero a 20 anni fa:

Era un appuntamento che mi aveva organizzato il mio agente. Non era un provino, ma un primo incontro in vista di un film in lavorazione, 'La leggenda del pianista sull’Oceano'. C'era una segretaria che mi accolse ma poi se ne andò. Rimanemmo soli. Dopo qualche tranquilla chiacchiera sul film, quando ci stavamo salutando, il regista mi chiese di uscire con lui quella sera per andare a mangiare una pizza. Io risposi che avevo già un impegno, lo ringraziai e mi alzai per andarmene. Lui mi seguì fino alla porta, mi appoggiò al muro e cominciò a baciarmi collo e orecchie, le mani sul seno, in modo abbastanza aggressivo. Riuscii a sfilarmi e scappai via.

Altri particolari choc che sono stati aggiunti dalla Trevisan sulle molestie, non si fermano solo all'episodio con il regista di origini Siciliane, ma anche ad un'altra situazione simile con un 'pezzo grosso della Televisione' come da lei specificato, durante un colloquio:

Siamo in un piccolo studio, lui mi ripete che sono adatta per il cinema, che conosce Tizio e Caio, che lui mi potrebbe aiutare. Poi cambia discorso e mi domanda come va la mia vita sessuale, che cosa faccio con il mio fidanzato e altre indiscrezioni del genere. Io non rispondo, si avvicina e cerca di infilarmi la lingua in bocca. Io mi allontano, mi affaccio sul corridoio, incontro una sua collaboratrice, una donna deliziosa che mi dice: "Hai ancora il rossetto, non ti vedremo più". Ho capito che era fiera di me e al tempo stesso dispiaciuta per me, per il mio futuro.

Ammettendo che da quel momento la sua carriera nel mondo del piccolo schermo è radicalmente cambiata, rallentando, la Trevisan sottolinea però che nessun produttore la allontanava, ma che allo stesso tempo, tanto meno le hanno dato la possibilità di crescere a livello artistico, e come afferma la show girl "Quelle che non ci stavano, venivano bandite da feste, inviti, occasioni di visibilità e pubbliche relazioni".

La rivelazione di Miriana Trevisan, la quale si dice sicura della sua parola, arriva sulla scia di denunce post-caso Weinstein, ma la prima replica del regista è prontamente arrivata:

Sono lusingato che una giovane donna si ricordi di me dopo tanti anni, io rammento solo un incontro cordiale, pertanto respingo le insinuazioni mosse nei miei confronti riservandomi di agire nell competenti sedi a tutela della mia onorabilità

  • shares
  • Mail