Giancarlo Magalli: “Sono stato il primo animatore italiano”

Ecco come ha esordito il celebre presentatore: “Da una scuola mi hanno cacciato, devo tutto a mio padre”

Giancarlo Magalli ha un passato da guinness da rivendicare. Lo storico presentatore, ospite di Maurizio Costanzo a S’è fatta notte, ha rievocato i suoi singolari esordi:

“Sono stato il primo animatore del primo villaggio turistico italiano, nel 1969 sul Gargano in Puglia. Mi avevano notato come cliente di un altro albergo e ho inventato un mestiere che ancora non esisteva. Avevo pochissimo budget per reclutare artisti debuttanti e uno di questi era Pippo Franco. E’ nata una collaborazione durata 13 anni”.

Magalli ha anche ricordato com’è nata la sua passione per lo spettacolo:

“Ho fatto il segretario di produzione di Totò ma ero con mio padre sui set cinematografici dall’età di tre anni. Mio padre era direttore di produzione e io volevo fare la sua stessa strada. Così mi ha aiutato raccomandandomi a un amico come aspirante…”.

Com’era, invece, come studente Giancarlo?

“Me la cavavo con l’astuzia. Prima stavo in una scuola da cui mi hanno cacciato, dove c’avevo in classe Montezemolo, Draghi… Poi in un’altra scuola ho trovato Argento, De Sica e Verdone”.

Oggi il conduttore si divide tra lo storico appuntamento de I Fatti Vostri (“Il suo segreto? E’ lo stesso di un quotidiano longevo come il Corriere, conta ciò che c’è scritto dentro. Noi siamo un contenitore e finché riusciamo a metter dentro roba interessante…”) e le sue figlie, a cui sta dedicando più tempo che in passato:

“Loro mi vogliono bene, sono affezionate a me. La prima l’ho trascurata un po’ di più perché facevo Giochi senza frontiere… Non ho nipoti perché le ho sterilizzate entrambe… Scherzo!”.

Altro suo passatempo resta quello dei social network, ma Giancarlo ha imparato a diventare più prudente:

“Io sono molto social, anche se adesso ho capito che c’è tanta gente brutta da cui tenersi lontani. Il web realizza la seconda legge dell’entropia: se in un barile di spazzatura ci metti del vino il risultato è spazzatura lo stesso. Quei pochi inquinano il tutto”.

I Video di Gossip Blog