Fiorello: "Anche io minacciato da Harvey Weinstein"

Fiorello e la lettera di minaccia di Harvey Weinstein.

Anche Fiorello accusa Harvey Weinstein! Certo non per molestie di tipo sessuale, ma per una lettera che il potente produttore cinematografico gli ha fatto recapitare anni fa dopo il rifiuto di un'offerta lavorativa. Lo showman siciliano ha raccontato il tutto, non senza la consueta ironia, nel suo nuovo 'programma social' su Facebook Il Socialista (video in apertura, a partire dal minuto 30).

Fiorello racconta di aver conosciuto Weinstein in occasione delle riprese de "Il talento di Mr.Ripley" (diretto da Minghella con Matt Damon, Jude Law e Gwyneth Paltrow) e di essere stato contattato diversi anni dopo per il musical "Nine": gli venne proposto un piccolo ruolo, quello di "un elegante cantante italiano che si esibisce mentre i protagonisti parlano tra loro in una sala da ballo". Fiorello, non essendo più di tanto interessato al cinema, rifiutò e fu così che si vide recapitare la lettera di Henry Weinstein:

Mi scrisse che non potevo non accettare e che lui non poteva tollerare che un signor nessuno come me gli avesse detto no. Mi scrisse che Minghella aveva molta stima di me e cose tipo 'come osi rifiutare' e 'tu forse non hai capito a chi hai detto no', con una conclusione del tipo: 'Dopo questo rifiuto, non lavorerai mai più in America'. Non prendo neanche l'aereo io! Se non mi avete visto in Guerre stellari e in Rocky 6 ora sapete che è colpa di Weinstein!

1-fiorello-weinstein-lettera-minacce.jpg

  • shares
  • Mail