Marco Cartasegna, protagonista del gossip rosa degli ultimi giorni, per avere rubato la fidanzata (Soleil Sorgè) a Luca Onestini, rinchiuso attualmente nella casa del Grande Fratello Vip, ha lanciato un appello agli altri influencer (e in particolare a Selvaggia Lucarelli) per combattere la piaga infinita del cyberbullismo:

Il cyberbullismo lo sto vivendo sulla mia pelle negli ultimi giorni. Non è piacevole. A me non fa particolarmente male perché ho le spalle larghe, una certa esperienza. Pensare che gli insulti rivoltimi in questi giorni, vengano rivolti anche a ragazzini/e di 13 – 14 anni, mi spaventa enormemente.

La richiesta del documento di identità da parte dei vari gestori dei social, per ogni profilo personale, potrebbe essere un primo passo in avanti per minare l’egemonia dei ‘leoni da tastiera’:

Sui social la gente si sente legettimata di una usare una violenza ed una terminologia che, nella vita reale, non utilizzerebbe mai. Io non capisco perché valga tutto. Devono valere le stesse regole che valgono nella vita reale. Non credo nella multa pecuniaria. Quando uno sbaglia, deve essere segnalato, i social devono verificare e la misura sarebbe non poter usare il social per tot. tempo.

Delusi/e i/le fan che, forse, dall’ex tronista di Uomini e Donne, pretendevano chiarimenti sull’affaire Onestini – Sorgè. Ma soprattutto, c’è una reale assocazione tra ragazzi/e che si uccidono perché bullizzati e ridicolizzati sul web e due personaggi pubblici bersagliati da fazioni avverse per una vicenda di cronaca rosa sulla bocca di tutti?!

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto