Lindsay Lohan difende Harvey Weinstein dalle accuse di molestie sessuali

Lindsay Lohan si schiera al fianco di Harvey Weinstein e scoppia la polemica.

Decine di donne, compresa la nostra Asia Argento, hanno negli ultimi giorni confessato di essere state molestate da Harvey Weinstein, potentissimo produttore hollywoodiano ormai finito nella cenere. Quella Mecca del Cinema che per 30 anni l'ha venerato, temuto e probabilmente anche coperto gli ha finalmente e tardivamente voltato le spalle, tranne rarissime eccezioni. Tra queste spicca quella di Lindsay Lohan, ex stella Disney che via Instagram ha voluto 'difendere' l'ex capoccione Miramax.

'Mi sento molto male per lui, non credo sia giusto quello che gli sta succedendo, a me non ha mai fatto niente di male e abbiamo fatto diversi film insieme, credo che tutti debbano fermarsi, che questo sia sbagliato. Spero che la moglie gli stia vicino'.

Una volta pubblicati, e travolti dai commenti negativi, i video sono stati rimossi dai social. La Lohan ha girato "Bobby" e "Scary Movie 5", entrambi distribuiti dalla Weinstein Company. Per quanto riguarda Georgina Chapman, seconda moglie del produttore a cui Lindsay si è appellata, la realtà è assai diversa. La stilista ha infatti annunciato di aver chiesto il divorzio da Weinstein dopo aver letto le decine di accuse per molestie piovute sul capo del marito.

'Il mio cuore è in frantumi per tutte le donne che hanno sofferto e sopportato questo tremendo dolore a causa di queste ineffabili azioni. Ho scelto di lasciare mio marito. La cura dei miei figli è la mia prima priorità e chiedo ai media di rispettare la nostra privacy'.

Harvey e Georgina sono stati sposati per 10 anni.

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail