E’ stato arrestato e subito dopo rilasciato Nelly, celebre rapper americano fermato con l’accusa di violenza sessuale di secondo grado. Il presunto stupro sarebbe diventato realtà nel pullman con cui il cantante è attualmente in tour, nella notte del 6 ottobre, alle ore 03:45. La donna che l’ha denunciato sarebbe salita all’interno del bus in un parcheggio del Wal-Mart di Auburn. Una volta uscita la chiamata alla polizia, che ha poi trattenuto e rilasciato Nelly dopo un’ora mezzo in custodia. Scott Rosenblum, avvocato del cantante, ha subito rigettato le accuse.

“Nelly è vittima di un’accusa del tutto inventata. Le nostre prime indagini stabiliscono chiaramente che quest’accusa è priva di credibilità ed è motivata da avidità e desiderio di vendetta. Sono fiducioso che, al termine delle indagini, l’accusa sarà lasciata cadere. Nelly è pronto a perseguire per vie legali qualsiasi responsabile dei danni causati da questa accusa evidentemente falsa”.

Via Twitter, nella notte, lo stesso Nelly ha voluto prendere di petto la posizione, negando qualsiasi accusa.

“Sono oltremodo scioccato per essere stato vittima di queste false accuse. Sono completamente innocente. Credo che una volta che i fatti verranno esaminati, la mia posizione di vittima di accuse fasulle sarà molto chiara. Voglio scusarmi coi miei cari per l’imbarazzo causato e per essermi messo in una situazione che permette ad altri di accusarmi ingiustamente. E voglio ringraziare i miei fan per il supporto: loro mi conoscono. Vi assicuro che sarò scagionato. Adotterò ogni opzione legale per difendermi da queste accuse infamanti. In altre parole, sapete dannatamente bene che non sono così scemo da fare cazzate del genere. E per essere assolutamente chiari: sono incensurato, e quindi non c’è stata bisogno di cauzione. Sono stato rilasciato, e gli investigatori sono al lavoro”.

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto