parliamo diCarla Bruni

49enne ex première dame di Francia, Carla Gilberta Bruni Tedeschi, conosciuta da tutti come Carla Bruni, è tornata recentemente a calcare le passerelle della moda milanese grazie ad un’epica sfilata targata Donatella Versace.

In copertina sull’ultimo numero di Grazia, in edicola questa settimana, la cantante prepara il ritorno sulle scene musicali con il suo nuovo album “French Touch”, dal 6 ottobre nei negozi.

«Oggi non desidero niente di più di quello che ho, ma di sicuro vorrei morire prima dei miei figli, di mio marito, di certi amici che amo. Non sopporterei la perdita delle persone care. Da giovane, invece, ero un groviglio di desideri confusi. Cercavo la riconoscibilità, il successo, la luce. Ma al tempo stesso inseguivo la solitudine e la pace». «Io vengo considerata fredda, distante, ma sono molto diversa. Vivo di passioni. Sono italiana».

Un italiana ormai trapiantata in Francia, a quasi 10 anni dalle nozze con Nicolas Sarkozy, ex presidente della Repubblica.

«Quando ho incontrato Nicolas ero decisa a non sposarmi mai. Volevo rimanere libera per fare le mie cose, scrivere, cantare. Avevo già un figlio. Nicolas ha ribaltato le mie certezze. Mi ha fatto sentire protetta, come nell’infanzia».

Il primo figlio, Aurélien, la Bruni l’ha avuto con il filosofo Raphaël Enthoven, per poi bissare l’esperienza maternità al fianco di Sarkozy con Giulia, secondogenita nata 6 anni fa.

«Quando sono rimasta incinta di Giulia avevo 43 anni, ho perso i capelli, mi sono preoccupata fino all’ultimo che la piccola nascesse sana. La grande felicità di essere una madre tardiva è stata accompagnata da una certa dose di inquietudine». «Sono una mamma a tutti gli effetti italiana. Sono ansiosa, affettuosa, presente. I ragazzi mi rimproverano di essere appiccicosa. Ma non mi cambierei».

image001.jpg
Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto