Aaron Carter entra in rehab

Rehab volontaria per Aaron Carter, fratello minore del cantante dei Backstreet Boys.

CLARKESVILLE, GA - JULY 15:   In this handout photo provided by the Habersham Co Sheriff Office, Singer Aaron Carter poses for his booking photo after being charged for marijuana possession and suspicion of driving under the influence on July 15, 2017 in Clarkesville, Georgia. Carter's girlfriend, Madison Parker who was with him, was also arrested with drug-related charges and obstruction.   (Photo by Habersham Co Sheriff Office via Getty Images)

30enne cantante statunitense nonché fratello minire di Nick dei Backstreet Boys, Aaron Cater è entrato in rehab al termine di una settimana complicatissima. Archiviato il coming out del mese scorso, e andato in tv per farsi fare un test HIV in diretta, Carter avrebbe minacciato il suicidio un paio di sere fa, con la polizia chiamata dai vicini di casa preoccupati dal crollo psico-fisico del rapper, visibilmente alterato da alcool e droghe.

Dopo ore di rumor incontrollati, un portavoce di Aaron ha confermato che il suo assistito è entrato volontariamente in un centro di riabilitazione, perché bisognoso d'aiuto.

'Aaron ha deciso di cogliere la possibilità di poter migliorare la propria salute lavorando sul proprio benessere generale. Sta per farlo privatamente, concentrando tutte le proprie attenzioni sull'essere una persona e un performer migliore. E' grato per il sostegno e l'amore dei ruoi fan e attende con ansia di poter tornare più forte che mai'.

Via Twitter, nella notte, lo stesso Carter ha voluto prendere parola attraverso questo cinguettio:

'Solo io posso cambiare la mia vita. Nessuno può farlo per me'.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail