Aldo Montano: "Secondo figlio? Non vorrei più fermarmi"

Aldo Montano e le gioie della paternità

aldo-montano.jpg

Al settimanale Nuovo, in edicola questa settimana, Aldo Montano ha affidato le riflessioni personali sulla paternità. L0 schermidore non nasconde il legittimo desiderio di allargare la famiglia in tempi più o meno brevi regalando alla primogenita Olympia un/a compagno/a di giochi:

Ormai ho rotto il ghiaccio e non vorrei più fermarmi. Ma se la mamma me lo sento dire si arrabbia! Olga ha ripreso a fare gli allenamenti e le auguro che il suo percorso sportivo sia importante e positivo. Per questo non è proprio il caso di proporle di fare un altro figlio. Ma sicuramente, arriverà perché a me piacciono le famiglie numerose.

Montano, dopo la femminuccia, punta ad un maschietto:

Sarebbe bello ma accetterò quello che viene. Non è certo un problema.

Aldo si è calato perfettamente nei panni di un provetto papà:

E' meraviglioso, finalmente vivo la situazione familiare che ho sempre desiderato. Sono un papà molto apprensivo. Cerco di avere sempre tutto sotto controllo e, alla fine, più che essere d'aiuto ad Olga le rompo le scatole. Ma fa parte del mio carattere. Cerco anche di essere il più presente possibile, ma come tutti i padri di una bambina così piccola mi accorgo di contare poco: in questo periodo Olympia ha più che altro bisogno delle attenzioni della madre.

Come tutti i padri, il campione di scherma è il genitore più permissivo:

Ha un carattere forte. Quindi Olympia verrà da me e piagnucolare e io... l'accontenterò su tutto.
  • shares
  • Mail