Antonella Clerici, intervistata dal settimanale Vero, ha con orgoglio rivendicato la sua normalità. Grazie alla quale anche il pubblico femminile la apprezza:

Ho fatto una bambina, qualche chilo poi l’ho perso, ma ho fatto fatica come tutte le donne. Vivo in una dimensione di normalità. Non è perché faccio questo lavoro che devo mettermi subito a dieta o andare dal chirurgo plastico. Non sono un’icona ma una donna che ama le donne. Sono una di loro. Una donna del popolo, non nata ricca. Tutto quello che ho ottenuto l’ho avuto con grande fatica: ho faticato ad avere una bimba, ho faticato ad avere una vita personale, lotto ogni giorno. Per carità, sono consapevole di essere una priviliegiata, ma resto una persona normale. Non so fingere, e se vado in onda con le scatole girate, sono la prima a raccontarlo al mio pubblico.

Di Maelle, la piccola di tre anni e mezzo, la conduttrice 48enne ha raccontato:

Le piace la musica e adora ballare. Ha tre anni e mezzo e mi fa tanto ridere perché balla e dovreste vedere con quale convinzione lo fa. Viene spesso ad assistere alle prove di Ti lascio una canzone perché si diverte tanto e ride quando vede le mie curiose esibizioni.

La Clerici, la quale ha annunciato che non diventerà di nuovo mamma (“Se avessi dieci anni in meno, lo farei volentieri. Alla mia età, però, sarebbe un rischio sia per me sia per il nascituro“), ha infine spiegato il perché da questa stagione il suo compagno 35enne Eddy Martens non lavorerà nei suoi programmi (era nel gruppo degli autori):

Nessuna crisi. Eddy non lavora più con me per scelta e la rispetto. Ha deciso che voleva fare cose sue, è stufo di sentirsi definire sempre il “compagno di”. Mi dispiace perché lui è tanto talentuoso in questo lavoro, ma lo capisco.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto