Gerard Depardieu, 'mia madre provò ad abortire con i ferri dell'uncinetto, sono stato un incidente'

La mamma di Gerard Depardieu provò in tutti i modi ad abortire. Senza riuscirci.

Confessione decisamente estrema, quella fatta da Gerard Depardieu all'interno della sua autobiografia, intitolata 'Innocent'. Il 68enne divo francese, 20 anni fa Leone d'Oro alla carriera alla 54ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, ha infatti rivelato che non sarebbe mai dovuto nascere.

René Maxime Lionel Depardieu, fabbro e volontario tra i vigili del fuoco, e la casalinga Anne Jeanne Josèphe Marillier, ovvero i suoi genitori, tutto volevano nel lontano 1948 tranne che un figlio.

«Sin da subito volevano che sapessi che ero un incidente nell’utero di mia madre. Sono sopravvissuto ai ferri dell’uncinetto. Io ero felice di stare lì, ho sempre vissuto la mia vita come un regalo per gli altri». «Mi considero un po’ come un gatto che qualcuno prova ad annegare, ma che riesce a farla franca e si ritrova da solo in una banca. Sarei potuto diventare un gatto randagio, invece ho tratto vantaggio dall’infinita libertà che mi era stata data per aprire bene gli occhi e osservare quello che mi circondava».

Anticipazioni pubblicate dal New York Post, per un attore che da 5 anni vive in Russia, pur di non pagare le odiate tasse in patria.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail