Romina Power e l’adolescenza romana tra LSD, promiscuità e Piper

Romina Power ricorda gli anni dell’adolescenza nella Capitale, tra droghe e sesso libero.

65 anni all’anagrafe, Romina Power si è concessa una lunga intervista sull’ultimo numero di Panorama, parlando della propria vita tra gioventù sregolata e l’indimenticata storia d’amore con Albano.

A 15 anni, nella Capitale, una festa tutta droghe nel cuore di villa Borghese, a Villa Medici.

“Eravamo tutti fatti di Lsd. Ricordo che a un certo punto camminavamo in fila sopra il muro torto che separa la casa da Villa Borghese”.

Ancora eccessi ma in questo caso in casa di uno dei Beatles, con tanto di finale horror:

“Sono stata a casa di Paul McCartney, ai tempi fidanzato con Jane Asher. Abbiamo fumato marijuana con mia sorella Taryn, tredicenne, che non aveva mai provato”. “Poi tutti in cerchio ci siamo messi a fare una seduta spiritica”.

Una gioventù promiscua, fatta di Piper e lunghe notti alcoliche tra sesso e droghe, fino all’incontro con Albano, all’epoca tutt’altro che felice della sua vita ‘libertina’ (“Non ne era felice. Anche perché io non nascondevo nulla”). Un rapporto durato 30 anni, quello tra Romina e il cantante, ad oggi ancora inattaccabile.

“[L’amore, ndr] non finisce. Ma avevo bisogno di vivere la mia vita. (…) Trent’anni che sono stati come sessanta: (…) mai un attimo distanti. (…) Io volevo scendere dalla giostra ma non mi veniva permesso”.

Sulle future nozze tra Albano e Loredana Lecciso, infine, l’ultimo ‘affondo’.

“Non mi risulta che siano in vista. (…) In ogni caso credo che non mi inviteranno mai”.

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Romina Power

Tutto su Romina Power →