Intervistato dal settimanale Grazia, Andreas Muller, il 21enne ballerino vincitore della 16a edizione del talent show Amici, ha raccontato che fino ad oggi le sconfitte lo avevano sempre accompagnato:

Niente di drammatico, in realtà, non voglio metterla giù troppo dura. Ma una cosa è certa, non sono mai stato il migliore. Magari andavo lontano, ma ci arrivavo sempre da secondo. È così che ho imparato a non mollare, nemmeno quando, dopo il primo provino per Amici, mi hanno scartato. E poi l’anno successivo, quando sono stato escluso dall’edizione serale per un infortunio.

Il danzatore ha confessato di non essere ancora sicuro che la danza sia la sua strada “anche perché credo che la strada non sia mai una soltanto“:

È bello tenersi stretti i sogni. Non so se sono nato per ballare, so che farlo mi fa stare bene (…) Non so stare senza musica. L’unico posto dove non mi va di ballare è la discoteca. Lì mi viene una gran voglia di guardare gli altri, prendermi una pausa.

Andreas ha parlato anche del fratello disabile, di cui ha raccontato pubblicamente in più occasioni:

Non volevo suscitare tenerezza. Ma soltanto dividere con Daniel una cosa che lui non può fare, una meta che non può raggiungere. È felicissimo per la mia vittoria, ha alzato la coppa e mi ha chiesto: “Posso metterla in camera mia?”. Gli ho risposto: “Devi, è tua”.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Talent Leggi tutto