Maurizio Costanzo: "Mia moglie Maria la cosa più importante della mia vita"

Maurizio Costanzo sta bene grazie all'amore per la moglie Maria De Filippi

«Mia moglie Maria è la cosa più importante della mia vita. Ieri avrei risposto il mio lavoro. Oggi no, vivo per mia moglie».

Questa semplice, diretta e semplice dichiarazione d'amore è il punto più commovente della lunga intervista che Maurizio Costanzo ha rilasciato in esclusiva al settimanale Chi (in edicola da mercoledì 1 febbraio). Una lunga chiacchierata che anticipa il lungo faccia a faccia che il giornalista e la regina della tv, sua moglie da 22 anni, hanno fatto nella trasmissione "L'Intervista" in onda giovedì 2 febbraio su Canale 5.

Alla fine ci sono cascato anch'io. Mia moglie mi ha fregato, alla grande! Avevamo pensato a questa intervista per l'ultima puntata. Io avrei preparato i filmati per lei, e lei sarebbe stata un'ospite come gli altri. Io sono molto meticoloso e avevo già fatto montare i filmati con titoli e narrativa, per usarli quando sarebbe venuta. E invece, mentre aspettavo un altro ospite, è sbucata all'improvviso e mi ha fregato. Me l'ha fatta. Segno che anche quando pensi di controllare tutto, poi il tutto controlla una parte di te. È stato un momento emozionante. Alla mia età, dopo aver combattuto la mafia, dopo aver raccontato le tragedie d'Italia e avere incontrato i personaggi che hanno fatto la storia, da Totò a Oriana Fallaci a Donald Trump, non credevo di potermi emozionare ancora così. Di dover trattenere il fiato per portare a termine il mio lavoro.

Costanzo, parla, ovviamente dell’esperienza sanremese di Maria De Filippi, che la conduttrice ha accettato anche grazie a lui:

Quando mi ha chiesto cosa ne pensavo di una sua partecipazione a Sanremo le ho detto di andare e divertirsi. Però avrei preferito che si presentasse il giorno stesso della kermesse. Invece va via due settimane. Questo un po' mi spiace. A un certo punto ho cambiato idea e avrei voluto dirle: “Ma vai per una sola sera". Ma era troppo tardi. Morale: a volte è meglio tacere anche quando dentro sei felice e vorresti dare il meglio per la persona che ami.

Il conduttore scherza anche sulla recente indisposizione che aveva fatto correre voci allarmistiche sulla sua salute:

Quando lavori bene succede che molti ti vorrebbero non in salute. Io sono già morto cinque o seicento volte. Come ho detto siamo sotto Sanremo. C'è voglia di cantare e di sparare cavolate.
  • shares
  • Mail