L'Isola dei Famosi 2017, Nancy Coppola: "Voglio trasferire la mia immagine nel migliore dei modi"

Nancy Coppola all'Isola dei Famosi 2017 con Napoli nel cuore

A pochi giorni prima della partenza per l'Isola dei Famosi 2017, Nancy Coppola ha rilasciato una lunga intervista alle testate napoletana, tra cui Il Mattino, spiegando come è arrivata ad uno dei programmi di punta di Mediaset, partendo dai vicoli della sua amata Terra:

Ero in macchina, stavo andando a lavoro. Arrivò una telefonata da Milano attraverso la quale la produzione Magnolia mi comunicò di essere interessata a un appuntamento con me per un programma nazionale, per motivi di privacy non mi svelarono il nome della trasmissione. Accettai con gioia. Dopo 4 - 5 giorni appresi che il programma in questione era l'Isola dei Famosi. Dopo altri 2-3 giorni mi incontrai con una componente della commissione al Teatro San Carlo e appresi che la decisione ultima sulla mia partecipazione spettava a Mediaset. Siccome ero l'ultima concorrente che loro avevano convocato, mi chiese un provino fatto artigianalmente a casa. Qualche giorno dopo mi comunicarono che la produzione aveva pensato di sottopormi al televoto durante una trasmissione di Barbara D'Urso. La notizia non mi entusiasmò ovviamente perché il televoto è un'incognita. Dopo un po' di giorni mi convocarono a Milano e lì mi comunicarono che non sarei più andata al televoto. Io e mio marito piangevamo come due bambini. Da quel momento ho vissuto un turbinio di emozioni…

La cantante, che ha già conosciuto gli altri concorrenti durante uno shooting fotografico a Milano (restando particolarmente colpita dalla dolcezza di Eva Grimaldi, sentirà particolarmente la mancanza del figlio ma avrà anche modo di farsi conoscere come donna e artista:

La mia Napoli, la mia gente, il mio popolo conosce il mio passato perché ho iniziato la mia carriera raccontando la mia vita. Forse un po' mi fa paura far conoscere il mio passato ad altre persone, quelle che ancora non mi conoscono, visto che questo è un nuovo mondo per me… Ho paura che possano pensare ad altro. Voglio trasferire la mia immagine nel migliore dei modi e far capire che tutto ciò che mi riguarda è solo merito mio, il mio passato non c'entra niente con la mia popolarità.

Il proprio carattere e la veracità made in Napoli potranno rivelarsi le armi vincenti per puntare alla vittoria e, perché no, accrescere in popolarità per aprirsi nuovi sbocchi lavorativi:

Penso che noi napoletani abbiamo una marcia in più. Ho avuto già riscontri favorevoli attraverso i social, quindi su questo sono positiva! Ho avuto in particolare tante condivisioni a livello nazionale, molte di più rispetto ai naufraghi che ritenevo fossero più conosciuti di me… Questo dato mi ha meravigliato! Vorrei far vedere attraverso di me la parte buona di Napoli, per compensare il parere di quegli italiani (per fortuna pochi) che ancora non ci dispprezzano, ci discriminano e ci giudicano; vorrei far capire a tutta l’ Italia che noi napoletani siamo ‘carnali’.

La giovane interprete, tuttora, combatte contro i pregiudizi verso la propria musica:

Sono del parere che chi è buono si salva da se. Se hanno scelto me per questo reality non è vero che non ci sono discriminazioni, anzi quando è stata ufficializzata la mia partecipazione all'Isola alcune persone me ne hanno dette di tutti i colori. Posso accettare che non condividete la mia musica, ma almeno conoscetemi e poi giudicherete.
  • shares
  • Mail