Emma Marrone: "Arrestata? Ma no, erano gli anni delle occupazioni forti e sentite"

Emma Marrone fa chiarezza sulla sua dichiarazione di un anno fa relativa a un presunto arresto.

emma-marrone-adesso.jpg

Emma Marrone è stata ospite di Giampaolo Morelli nella trasmissione Fan Caraoke e qui ha potuto raccontare aspetti della sua vita privata che hanno attirato l'attenzione di chi la segue da tempo. In particolare, la cantante salentina ha fatto chiarezza su una sua dichiarazione di un anno fa, rilasciata in un'intervista a Rolling Stone, di questo tenore:

Ero una ribelle, ma a scuola andavo bene. Una volta la polizia mi arrestò per un picchetto. Avevamo fatto occupazione, ma non era solo colpa mia. La preside mi ha salvato. Certo, entrare al liceo insieme alla polizia.

Oggi Emma precisa che non si trattò di un arresto, come allora si pensò e si scrisse:

Non sono stata arrestata, erano gli anni in cui le occupazioni erano ancora ‘forti’ e sentite. Il vero motivo era comunque prendere tempo.

La cantante replica decisa anche a chi l'accusa di essere "una camionista":

Riconosco di non essere l’esemplare della femminilità in assoluto anche se, poi, quando c’è da essere femmina divento femmina. Se esco con un figo il tacco mi viene spontaneo.

Infine, fa l'elenco dei suoi cinque tatuaggi, con tanto di spiegazione divertente:

Ho il drago tribale sul fondoschiena, il nome di mia nonna nell’avambraccio, un muffin sulla coscia - la cosa più ignobile che potessi fare nella mia vita: 5 anni fa aveva una forma, ora sembra un panettone della Bauli - la scritta "Je me fous" sul braccio, sul fianco tutto un ramo di ciliegio con una rondine.

  • shares
  • Mail