Taylor Swift, l'ex Conor Kennedy è stato arrestato

Rissa in un bar per il rampollo di casa Kennedy

schermata-2016-12-30-alle-11-32-40.png

Connor Kennedy, il figlio più grande di Robert Kennedy Jr., nonché nipote del senatore Robert Kennedy, è stato arrestato nella notte fra mercoledì e giovedì ad Aspen, nel Colorado. Stando al resoconto della polizia, il 22enne - noto alle cronache rosa per la storia intrecciata con Taylor Swift nel 2012 - avrebbe partecipato ad una rissa andata in scena nei pressi di un celebre club della località sciistica.

La colluttazione è scoppiata poche ore dopo la mezzanotte di mercoledì. Kennedy, hanno riferito alcuni testimoni, avrebbe sferrato diversi pugni ad un'altra persona. La polizia, che era stata precedentemente chiamata per aiutare i gestori del club a sfollare il locale, ha separato per tempo i due duellanti, interrompendo la scazzottata "sul più bello".


La polizia ha arrestato sul posto il giovane rampollo, che, ridotto in manette, ha chiesto scusa alla sua vittima, spiegando di averla aggredita dopo che questa aveva insultato un suo amico. Kennedy ha trascorso il resto della notte in cella: la bravata potrebbe costargli fino ad un anno di reclusione ed una multa di poco più di 2mila dollari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail