Scientology, Tom Cruise viene visto come il messia - parola di Leah Remini

Il fascino di Scientology nei confronti di Hollywood firmato Leah Remini.

TOKYO, JAPAN - NOVEMBER 09:  Tom Cruise attends the Tokyo Premiere of the Paramount Pictures' 'Jack Reacher: Never Go Back' on November 9, 2016 at Toho Cinemas Roppongi Hills on November 9, 2016 in Tokyo, Japan.  (Photo by Ken Ishii/Getty Images for Paramount Pictures)

"Troublemaker: Surviving Hollywood and Scientology". Questo il titolo del libro scandalo scritto da Leah Remini, 46enne attrice americana che nel 2013 ha abbandonato Scientology, svuotando ora pubblicamente il sacco sulla chiacchierata 'setta' eretta da L. Ron Hubbard.

La Remini, mai esplosa in sala e vista in tv nel 2013 in 10 episodi di Family Tools, ha risposto ad alcune domande su Reddit, senza mai mordersi la lingua. Anzi. A chi le chiedeva se Tom Cruise, membro più celebre di Scientology, fosse realmente il messia, Leah ha così replicato.

"Sì, gli adepti credono che stia cambiando il pianeta, perché è ciò che la Chiesa sta dicendo loro".

Chiunque abbia visto Going Clear - Scientology e la prigione della fede, splendido documentario di denuncia del 2015, sa quanto Cruise sia effettivamente venerato all'interno della 'Chiesa'. Molti attori hollywoodiani hanno ceduto nel corso degli anni alle lusinghe di Scientology, con la Remini, per ben 35 adepta, che ha così provato a motivare il tutto.

"Quando ne facevo parte, vedevo Hollywood come un posto buio, pieno di anime che avevano bisogno di essere salvate. Ora lo vedo come un business qualunque in cui ognuno prova a fare la cosa giusta per se stesso". "Le persone al di fuori di Scientology non sono così male".

Fonte: UsaToday

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail