Taylor Swift, arrestato lo stalker

Ha violato i termini dell'ordinanza che gli imponeva di rimanere ad una certa distanza dalla pop-star

NEW YORK, NY - SEPTEMBER 09: Taylor Swift and Martha Hunt attend the #TOMMYNOW Women's Fashion Show during New York Fashion Week at Pier 16 on September 9, 2016 in New York City.  (Photo by Gustavo Caballero/Getty Images for Tommy Hilfiger)

Un uomo è finito in manette ad Austin, in Texas, per aver violato i termini dell'ingiunzione restrittiva emessa da un giudice che gli imponeva di mantenere una certa distanza da Taylor Swift. L'incidente risale alla fine del mese scorso, ma Frank Andrew Hoover - questo il nome del 39enne americano - è stato arrestato soltanto giovedì.

La colpa dell'uomo è quella di aver seguito da troppo vicino il convoglio di macchine che, sul finire di ottobre, portò la cantante dal circuito in cui si era esibita in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti al terminal dell'aeroporto da cui sarebbe partito il jet privato della Swift.

Come se non bastasse - Hoover avrebbe dovuto mantenere una distanza minima dalla star di 150 metri - lo stalker si presentò all'aeroporto con l'intenzione di imbarcarsi sul volo della Swift, come testimoniato dallo staff dello scalo. Le autorità hanno fissato la cauzione per il rilascio dell'uomo a 100mila dollari.

L'incidente è solo l'ultimo di una lunga fila: la scorsa estate Hoover aveva attirato l'attenzione della diva per tutte le ragioni sbagliate con l'invio di una serie e-mail al padre di Taylor tanto inquietanti quanto minatorie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail