Fabrizio Corona e Giovanni Cottone compagni di cella a San Vittore?

Secondo Dagospia, Corona e Cottone dividono la stessa cella e lo stesso letto a castello a San Vittore: tutti i dettagli.

Mentre a Domenica Live si parla di Fabrizio Corona e del suo nuovo arresto insieme all'ex moglie Nina Moric, noi scopriamo grazie a Dagospia nuovi dettagli sull'ultima carcerazione dell'ex re dei paparazzi.

Corona, che si trova recluso a San Vittore dal 10 ottobre scorso, occupa la cella 109 del carcere milanese insieme ad altri due ospiti, uno dei quali è un volto noto delle cronache e del gossip. Stiamo parlando di Giovanni Cottone, ex marito di Valeria Marini, anche lui da sei giorni agli arresti in carcere, dopo un periodo ai domiciliari (che sarebbero stati violati continuando a gestire alcuni affari sospetti per telefono, ndr). I due pare dividano non solo la stessa cella, ma anche lo stesso letto a castello, e abbiamo molto da raccontarsi, durante le lunghe giornate di reclusione.

fabrizio_corona.jpg

Fabrizio e Giovanni, spiega Dagospia, si trovano nel terzo raggio di San Vittore, quello in cui stanno i colletti bianchi del carcere milanese. Qui ci sarebbe la cella viene chiamata “camera”, con la doccia e con il cucinino, divisa da 3 ospiti e non da otto, come accade negli altri raggi. Sembra, inoltre, che Corona abbia l'accesso alla palestra, di cui sta usufruendo spesso, e abbia una tv in cella con la quale seguire i suoi programmi preferiti.

Una situazione, quindi, più "rosea" (per quanto possa essere rosea una reclusione) di quella vissuta a Opera, carcere da Corona molto odiato, come ha raccontato anche nell'ultima intervista andata in onda, quella condotta da Maurizio Costanzo (in apertura il video delle dichiarazioni).

Dagospia, inoltre, riporta delle indiscrezioni secondo cui Fabrizio in carcere avrebbe già fatto amicizia con molti carcerati e sia molto richiesto in altre celle, dove vive invitato a cena e dove gli viene chiesto di raccontare la sua vita fatta di eccessi e di mille avventure. E anche con Cottone, di cose di cui parlare, ce ne sarebbero parecchie...

  • shares
  • Mail