Carmen Russo: "Dopo la Carrà in Spagna ci sono io"

Ospite di S'è fatta notte, Carmen Russo ha precisato: "Non voglio essere un modello per le mamme over"

carmen russo

Carmen Russo magistra vitae. Ospite di S'è fatta notte la showgirl ha condiviso prima il suo segreto per una coppia felice e poi per una vita sana:

"Io ed Enzo Paolo abbiamo deciso di condividere entrambi la vita in coppia. Tu quando stai con un uomo devi pensare che il tuo 50 per cento di vita lo dedichi a lui, ci sono delle privazioni ma lo fai perché credi nel rapporto di coppia. Io sono stata fortunata perché Enzo è un uomo meraviglioso da molti punti di vista".

E poi è arrivata, quando meno se l'aspettavano, la loro bimba. A proposito della sua maternità in tarda età Carmen ci tiene a non diventare un modello da seguire:

"Ho fatto tanti tentativi perché la volevo, la desideravo. Io so che, quando parlo degli ultimi tre anni della mia vita, è come se fosse uno spot per le mamme over ma non deve essere così. Io posso essere stata un caso eccezionale.Ho ballato fino all'ottavo mese in diretta, sono ingrassata 9 chili,ho avuto un parto fantastico ma non è sempre così, per questo i figli vanno fatti da giovane. Ci sono tanti fattori che incidono. Io adesso dedico 24 ore al giorno a mia figlia e con Enzo siamo dei genitori presenti. Avremmo dovuto farlo sui 40 anni però non ho avuto la possibilità, avevo un problemino meccanico che poi ho scoperto. E poi io sono arrivata a 40 anni che non mi sentivo una 40enne, ma una più giovane, per questo ci ho impiegato tanto. E invece bisogna un po' guardare l'età biologica…".

Il non rispettare mai una tabella di marcia è stato una costante della vita di Carmen Russo:

"Io sono sempre stata un po' fuori tempo. Nella vita il tempo è in sintonia con la tua mente. Avevo 20 anni e per fare televisione bisognava avere un'età più grande, per i film ero giovanissima. Poi è passata la moda. La televisione oggi dà giustamente possibilità a tanti giovani… Io me la sono dovuta sempre sudare".

Da qui il grande riscatto nel reality più duro di tutti, soprattutto nella sua versione spagnola:

"L'Isola dei Famosi in Spagna è stato un risultato finale di quello che avevo costruito in 15 anni, avevo già lavorato per Telecinco facendo il varietà e altri programmi interessanti. Presentavo la diretta della versione spagnola di Buona Domenica, quella coi giochi della Cuccarini. Mi hanno chiamato per l'Isola perché ero già nell'immaginario televisivo spagnolo (e poi l'ho vinta)".

A questo punto Costanzo le ha fatto il nome di Raffaella Carrà come rivale e Carmen ha risposto con sportività:

"Con la Carrà ci incontravamo nella tv spagnola, abbiamo fatto delle cose insieme. Lei è un mito inarrivabile… Diciamo che in Spagna, dopo di lei, ci sono io".

Ecco i consigli per chi volesse diventare Carmen Russo, partendo da alcuni accorgimenti salutisti:

"Sacrificio prima di tutto, attenzione e soprattutto bisogna documentarsi molto. Io sono per un'alimentazione varia di tutto, ma per il mangiar poco, per la quantità moderata visto che in Italia mangiamo troppo. E poi bevo ant'acqua. Io sono vent'anni che bevo la mattina un bicchiere di acqua calda con limone spremuto, un cucchiaio di miele e una grattuggiatina di zenzero e un chiodo di garofano. E dopo un bel caffè. Questo mi fa star bene. Quando uno si sveglia anche fare un po' di stretching fa bene. La ginnastica fa bene alla cervicale".

Tutto chiaro?

  • shares
  • Mail