Ben Stiller ha sconfitto un cancro alla prostata

Ben Stiller racconta per la prima volta di aver superato il cancro.

Pochi mesi fa visto in sala con Zoolander 2, Ben Stiller, 50 anni all'anagrafe, ha quest'oggi confessato di aver dovuto affrontare un cancro alla prostata. Una lunga confessione pubblicata sul sito Medium e poi replicata al The Howard Stern Show.

“Mi hanno diagnosticato il cancro venerdì 13 giugno 2014. Il 17 settembre di quell’anno un test mi ha confermato che ero cancer-free. I tre mesi in mezzo sono stati una folle corsa sulle montagne russe. È venuto fuori dal nulla, non ne avevo idea. In un primo momento non sapevo cosa mi sarebbe successo, ho avuto paura. Poi, sono iniziate le cure, e la voglia di vincere. Voglio parlare dell’importanza di un test, quello del Psa, che mi ha salvato la vita. Quando è venuto fuori un risultato alto, ho rifatto lo stesso test dopo sei mesi e il valore era salito ancora. A quel punto abbiamo fatto una biopsia e la diagnosi è arrivata. Spero che la mia testimonianza possa spronare tutti, e in particolare i giovani, a informarsi sui sintomi del tumore alla prostata e a fare esami frequenti anche prima dei 50 anni. È il secondo tumore più mortale negli uomini, ma anche uno dei più curabili”.

L'intervento è poi arrivato il 23 agosto, ovvero sei settimane dopo la diagnosi. Un mese e mezzo per pensare ad un'intera esistenza, con tanto di consigli chiesti all'amico Robert De Niro, in passato costretto a vivere una simile esperienza. A rimanergli vicino, ovviamente, anche la moglie Christine Taylor e i due figli, Ella e Quinlin, per un incubo fortunatamente superato. Anche se gli esami, Stiller, li ripete da allora ogni sei mesi.

Fonte: TheGuardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail