Michelle Hunziker: "Cotta di Tomaso Trussardi al primo sguardo. Diventare nonna? Mi piacerebbe tantissimo"

La Hunziker, intervistata in esclusiva dal settimanale Chi, tra vita privata e lavoro.

michelle_hunziker.jpg

Michelle Hunziker, in una lunga intervista sul numero di Chi in edicola da domani, 5 ottobre, si racconta tra pubblico e privato. E inizia raccontando di come, all'inizio della sua carriera, fosse più interessata a mostrarsi simpatica che sexy:

«Quando ho iniziato in tv le ragazze vivevano un momento tragico: dovevamo essere tutte sexy, tutte maggiorate, tutte spogliate, c'erano poche conduttrici. Oggi è tutta un'altra storia, ma io già allora volevo essere diversa. Mi dicevo: “In qualche modo devo farcela a trovare una chiave diversa". Ho sempre puntato al pubblico delle donne e dei bambini. Infatti per me in passato era un complimento quando mi dicevano che non ero sexy. E oggi è un complimento quando mi dicono che sono simpatica».

La svolta nella sua vita privata, invece, arriva quando conosce l'attuale marito, Tomaso Trussardi, per il quale ha avuto un vero e proprio colpo di fulmine:

«Appena gli ho stretto la mano ho capito, l'ho guardato e mi sono detta: "Quest'uomo mi creerà dei problemi". Io ero cotta da quel momento. Lui ci ha messo tre mesi a darmi il primo bacio, tanto che mia figlia Aurora mi diceva: "Mamma arrenditi, è gay". Invece lui ha aspettato perché ci teneva a me. "Non volevo che questa cosa non andasse a buon fine", mi ha confessato poi».

Ma Michelle scende ancora più a fondo nel privato, raccontando di come riesce ad affrontare le difficoltà che la vita inevitabilmente ci mette di fronte, anche se ti chiami Hunziker:

«Io le cose brutte non le scanso, non le metto sotto al tappeto», rivela Michelle Hunziker a Chi «se devo chiedere aiuto lo chiedo a un professionista, vado da un'amica psicologa e mi faccio aiutare poi faccio tutte le mie analisi. Io non ho tempo di essere triste, perché c'è sempre qualcuno di cui mi devo occupare. Lo dico spesso anche alle donne di “Doppia difesa”: a loro suggerisco sempre di guardare fuori da se stesse. Un'analista mi ha detto che chi è depresso ha gli occhi rivolti dentro di sé: guardare intorno a sé, in un certo senso è un atto egoistico, ma sano. La mia gioia è sentire che qualcuno ha bisogno di me».

Quando cerchi la posizione adatta che non arriverà mai e scatta il "selfiedrama" #selfie #motherdaughter buona giornata a tuttiiiiii @therealauroragram

Un video pubblicato da Michelle Hunziker (@therealhunzigram) in data:


Infine, parlando della figlia Aurora che ha 20 anni, la stessa età che Michelle aveva quando l'ha data alla luce, la conduttrice svela che non le dispiacerebbe affatto diventare nonna:

«Magari, mi piacerebbe tantissimo. Ornella Muti non è forse diventata nonna a 39 anni? È bellissimo, no?».

Chissà che Aurora non l'accontenti...

  • shares
  • Mail