Dopo un periodo di grande successo ho subìto una sorta di vaga epurazione. È strano che dopo aver vinto un ‘David’ e un ‘Nastro’ e i successi di ‘Grand Hotel Excelsior’, ‘Sapore di mare’ sono stata messa da parte, c’è stato un evidente non utilizzo del cinema di me. Non gli è importato niente che io contribuissi a portare decine di miliardi al tempo della Cineriz (Cinema Rizzoli).

Lo ha detto l’attrice Eleonora Giorgi ospite di ‘Effetto Notte’, il rotocalco di informazione cinematografica di Tv2000 condotto da Fabio Falzone in onda stasera, venerdì 30 settembre 2016, alle ore 23 e domenica 2 ottobre alle ore 00.35.

La Giorgi ha raccontato la sua carriera dal debutto in “Roma” di Fellini al successo nel cinema con Pozzetto, Celentano e Verdone, ma ripercorso anche i passaggi centrali della sua vita privata, strettamente legata al lavoro di attrice, dal matrimonio con Angelo Rizzoli al grande amore con Massimo Ciavarro, fino ad oggi.

È stato espresso un giudizio morale fortissimo he non ho potuto contrastare. Io non sono stata beneficiata, ho accettato qualsiasi accordo proposto dal mio ex marito. Sono stata costretta. Visto che sono stata accusata di averlo abbandonato nel momento del bisogno, sono qui a dirvi che Angelo Rizzoli non era un uomo che si faceva abbandonare. Semmai Angelo Rizzoli ti metteva in condizioni di andartene ed è quello che io ho dovuto fare. E’ molto comodo vivere nel benessere ma il lusso e il potere non servono. Il potere è causa di lotta fratricida, ho vissuto anni in guerra con lui ed è stato questo che mi ha portato via da lui. Ma Angelo Rizzoli  mi ha anche salvato la vita e fatto uscire da un tunnel nero in cui mi aveva precipitato la distanza dalla mia famiglia e la connotazione di ‘sex symbol’, così lontana da me.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più