Valeria Marini: "Il prestito a Gigi d'Alessio? Non merita questa gogna mediatica"

Valeria Marini parla del prestito di 200mila euro all'amico Gigi d'Alessio.

valeria-marini-m.png

Nella storia "Gigi d'Alessio in crisi economica a causa di profondi debiti" c'è intrigata pure Valeria Marini. La vamp super vamp, ora dentro la Casa del Grande Fratello Vip, compare fra i creditore del cantante napoletano per un prestito - non ancora restituito - di 200mila euro. "Dico subito che Gigi è un amico. Una persona di famiglia come lo è Anna (Tatangelo, ndr). Io sono madrina del loro figlioletto Andrea e molto vicina anche agli altri figli di lui. È successo che quattro o cinque anni fa, non ricordo bene, Gigi ha avuto un momento di grande difficoltà e io gli sono andata in aiuto con la cifra che è stata detta. Un prestito all'amico del cuore", ha precisato la Marini al settimanale Oggi.

Richiedere quei soldi "è stato un dolore enorme, una strada che io non avrei mai voluto intraprendere. Ma vedevo che Gigi continuava a frequentare quella persona che tanti problemi aveva creato anche a me (l'ex marito Giovanni Cottone, ndr) e allora ho lasciato che le cose andassero avanti per vie legali. Poi invece ci siamo sentiti, ci siamo chiariti. Lui mi ha detto che con quella persona lì cercava solo di trovare una soluzione. Io allora ho chiuso la telefonata in questo modo: 'Gigi, la nostra amicizia non ha prezzo'. Ma ormai il problema è superato. E poi, dei soldi chisseneimporta".

La vicenda sta per essere 'archiviata' con un accordo tra le parti, in via di definizione, che prevede un anticipo di 30 mila euro e rate di 5 mila al mese. Marini chiosa così:

"Gigi non merita di ritrovarsi in questa situazione, alla gogna mediatica, ma sono sicura che ne uscirà. Può capitare di fare investimenti sbagliati e di incontrare persone negative. Quello che conta, come dice una sua canzone, è non mollare mai. Per quanto mi riguarda la questione è chiusa. Rifarei per Gigi quello che ho fatto. Se lui ne avesse bisogno, potendo, tornerei in suo aiuto. Lo stimo, gli voglio bene. È generoso come me".

  • shares
  • Mail