Ilary Blasi: "Isabel? Sono impazzita per lei, non mi riconosco più"

Ilary Blasi parla dei suoi figli: "Il mio lavoro? "Non me se filano de pezza".

"Ora iniziamo con il quarto? No, ve prego". Ilary Blasi è simpaticamente terrorizzata dai giornali di gossip, sempre 'ossessionati' dalle sue gravidanze. La conduttrice romana, dopo il periodo di lontananza dal mondo del lavoro causa maternità, sta per tornare in tv con il Grande Fratello Vip (lunedì 19 settembre, Canale 5) e lo fa con una maturità maggiore. E' diventata più dolce grazie ad Isabel, l'ultima arrivata in casa Totti. "Son diventata madre abbastanza presto. Avevo 24 anni quando è nato Christian - ha raccontato all'amica Silvia Toffanin a Verissimo -. Quest'ultima gravidanza è stata voluta, cercata e ponderata... in un'età 'anziana' rispetto agli altri due. Me la sono goduta molto di più, mi sono anche fermata con il lavoro per godermela. Sono pazza di Isabel. Sono proprio impazzita, forse è la vecchiaia. Non mi riconosco, mi ha stupita. Da giovane è bello perché si cresce con loro ed è bello ritrovarli già grandi. Forse da grandi te la godi di più, è diverso".

Ilary i valori li ha ereditati dalla sua famiglia: "E' un bell'esempio. Mi danno solidità e stabilità. Noi cerchiamo, in qualche modo, di emulare i nostri genitori e riproporre quello che abbiamo vissuto. Questa mia forza e serenità, senza ansie e paure, è dovuta anche dalla mia famiglia".

A proposito di figli, poi, la conduttrice svela qualche curiosità: "Sono più concentrati sul mio lavoro che in quello del papà, ovviamente. Non me se filano de pezza (ride, ndr). Il mio lavoro è astratto per loro. Le Iene è un programma che va di sera, un po' più particolare, e loro vanno a letto presto: non mi hanno mai seguita più di tanto. Ora sentono parlare del Grande Fratello, sono curiosi quindi lunedì staranno incollati davanti la tv. Sono critici da morire. 'Mamma, mi raccomando non mi far vergognare', mi dicono. Sono vergognosi da morire".

"Il momento della cena è il più bello - racconta della quotidianità di casa Totti-Blasi -. Sai, a pranzo magari i bambini non ci sono, Francesco ha gli allenamenti. Siamo tutti separati. La cena invece è il momento del ritrovo e tutti e quattro, ora cinque, ceniamo insieme e ci raccontiamo quello che è successo durante la giornata. Poi ci vediamo la televisione, poca perché poi i bambini devono andare a dormire".

  • shares
  • Mail