Maurizio Battista: "Sono ridiventato papà a 59 anni. E con 1060 euro"

Ospite di Estate in diretta, il comico Maurizio Battista ha svelato quanto costa diventare genitore in tarda età. Dopo aver perso sua madre a 20 anni

Dietro il sarcasmo di Maurizio Battista c'è la vita di un uomo che tanto ha sofferto e tanto ha commosso, nella sua recente ospitata a Estate in diretta. Intervistato da Arianna Ciampoli, il comico ha svelato la sua appassionante vita privata coronata da una terza figlia appena nata. E' venuta alla luce circa una settimana fa la piccola Anna, nata dall'unione di Battista con Alessandra Moretti, estranea al mondo dello spettacolo:

"Sono amante degli sport estremi, me sò sposato tre volte, più estremo di così. Le donne, dopo che fai un figlio, te dicono 'te devo parlà'".

Battista ha assistito al momento del parto:

"Secondo me era meno doloroso partorì che veder partorì. Mi sento uno schifo. Quando è nata me sò levato subito. Diventare papà è un'emozione fortissima, si piange tanto e la mascherina ci vorrebbe su gli occhi, per coprire le lacrime di gioia. Nella mia vita ho più bisogno di emozioni che di soldi. Le emozioni mi aiutano, i soldi so utili ma… ho capito un sacco di cose".

A proposito di quanto costa oggi una gravidanza, Battista ha svelato un aneddoto dolceamaro:

"Questi nove mesi sono stati belli ma fino a un certo punto. Poi ho cominciato a pagà tutte le cose. Vado a fà sta' analisi particolare, Tranquillity, per evità l'amniocentesi. Chiedo al dottore, per pagare… Mi ha detto 'vada dalla signorina, vada'. Tre volte vada, troppi vada. Mi ha incitato ad andà. Per me Tranquillity è…. 1060 euro. Io stavo con un signore e pensavo che era lui il 1060. Le do la carta di credito e mi dice, a me, 'ex vada vada vada'. Mi dice, vuol sapere il sesso? Signorina, per 1060 è l'ultima cosa che voglio. Mi deve dì come pensa politicamente, come andrà a scuola".

A questo punto Battista ha raccontato di essere rimasto orfano di madre all'età di 20 anni e che ha chiamato sua figlia Anna proprio come lei:

"Il nome è di mia madre, morta a 40 anni. Io avevo 20 anni. Io vedevo mia madre vecchia a 40 anni, adesso ne ho quasi 60 ed ero io che sbagliavo, è morta troppo giovane. Quanto tempo ho buttato per non sta' con mia madre, per andare con gli amici. Allora non c'era l'aperitime, ma il chinotto. Anche se non stavo a casa e quando non ci sono più i genitori ti rimane un malessere forte. Uno pensa sempre che i genitori non muoiono mai e quando non ce li hai più ti senti solo. Mà, sto arrivà a casa. Sai quanto avrei voluto dirlo io? Io, mio padre e mio fratello eravamo tre uomini soli, tre ritardati. Era un problema anche comprare la carta igienica. Ti cambia la vita, ti fa sposare troppo presto, prendere decisioni che se ci fosse stata mia madre… Io ci piango, dopo 36 anni non l'ho ancora smaltita. Lo spettacolo lo dedico ancora a mia madre, passo dall'ospedale e piango".

Oggi l'artista dedica tutti i suoi spettacoli al ricordo della madre:

"Ho scritto un libro che non è in vendita, noi lo regaliamo allo spettacolo. Io non vendo sentimenti. Facciamo un giro per Roma e racconto la mia vita".

Per il resto Battista ha altri due figli, avuti da due precedenti matrimoni: Federica, di 28 anni, che fa l’impiegata, e Simone di 32, professione poliziotto:

"Quando sò diventato padre per la prima volt avevo 22-23 anni. Facevo le medie in pratica. Era presto prima, è tardi adesso. Non ho mai fatto figli al momento giusto".

Oggi, in Alessandra, ha trovato la felicità:

"Alessandra è laureata in storia dell'arte, nello spettacolo musica e non so altro. Lo dico perché qualcuno pensa che è solo una bella ragazza. E' una che sa i tredici canti (sono un po' di più, ndr) della Divina commedia a memoria e io mi limito al codice fiscale. Mi sto specializzando nella Partita Iva ora".

Lo studio e la conduttrice di Estate in diretta, durante l'intervista, erano in una valle di lacrime e risate contemporaneamente, per come Battista ci ha risollevato il morale e scaldato il cuore.

  • shares
  • Mail