Marco Mengoni, dalla sua partecipazione a X Factor nel 2009, ha visto la sua carriera in ascesa ed è molto amato dalle fan. Oggi risponde anche alle loro domande, sul numero di Glamour di settembre, in edicola. Da quando la sua carriera di cantante è decollata, la sua vita è cambiata, ma i suoi punti fermi restano sempre gli stessi, come dice a una ragazza che, parafrasando alcuni dei suoi più grandi successi, gli chiede se si senta più matto o più solo:

“Vorrei essere più matto, ma mi sa che sono più solo. Sono complicato e diffidente, le persone devo sempre studiarle prima per cui i miei veri amici sono quattro di numero. E poi faccio un lavoro che ti porta a essere sempre accerchiato, per cui sento il bisogno di isolarmi un po’”.

A chi gli chiede di fare un bilancio della sua vita, risponde così:

“Da ragazzino pesavo 90 kg e stavo tappato in casa. Non mettevo neanche gli occhiali da sole per timore di attirare l’attenzione. A farmi svoltare è stato il lavoro più bello del mondo: il cameriere! Lì, non c’è spazio per la timidezza: devi interagire, parlare, esporti. Ora sono in continuazione evoluzione e spero di non essere risolto neanche a 90 anni. E a chi dice che sono eccentrico rispondo: sto sfogando gli anni di autocensura”.

Immancabile la domanda sulla sua presunta omosessualità, e ad Anna, che gli domanda se su questa storia ci stia marciando, risponde con l’ironia che lo contraddistingue:

“Mi stavo giusto chiedendo com’è che non se ne parla più? Ci sono personaggi che ci hanno costruito una carriera sull’ambiguità! Scherzi a parte, l’unica cosa che mi infastidisce è… una nota stonata, un lavoro mal riuscito, quelle sono le cose che prendo sul serio”.

E se qualche mese fa, in un’intervista al Corriere Nazionale, rivelava di essere tornato a vivere a casa dei genitori a Ronciglione, per paura della crisi, ora fa sapere di aver deciso di tornare a Roma, perché è quella la città che sente sua:

“Verissimo (sono tornato a vivere dai miei, ndr). È che al momento di comprare casa mi hanno fatto prendere paura con la storia della crisi e del mutuo. E io, che con gli altri sono generosissimo, per le mie spese ho un po’ il braccino. Comunque a settembre prendo una decisione. Roma è la mia città”.

Trasloco in vista?

Foto: TMnews

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto