Winona Ryder torna a parlare dell'arresto del 2001: 'non fu certamente la rapina del secolo'

Winona Ryder ricorda con piacere l'arresto del 2001, perché 'mi permise di prendermi una pausa che mi serviva davvero'.

LOS ANGELES, CA - JULY 11:  Actress Winona Ryder attends the Premiere of Netflix's 'Stranger Things' at Mack Sennett Studios on July 11, 2016 in Los Angeles, California.  (Photo by Alberto E. Rodriguez/Getty Images)

Era il 12 dicembre del 2001 quando Winona Ryder venne fermata per taccheggio nei grandi magazzini di Beverly Hills Saks Fifth Avenue. Nella borsa dell'attrice vennero trovati una serie di articoli d'abbigliamento per un totale di oltre 4000 dollari, oltre a una grande quantità di analgesici come ossicodone, valium e vicodin. Processata e condannata a tre anni di libertà vigilata, al pagamento di quasi 10.000 dollari di multe, a 480 ore di volontariato e a sottoporsi obbligatoriamente a un trattamento di consulenza psichiatrica, la Ryder è di fatto sparita dalla Hollywood che conta fino a quest'estate 2016, che l'ha vista assoluta regina tv grazie a Stranger Things, meravigliosa serie Netflix.

Ebbene Winona è tornata a parlare di quell'arresto dalle pagine del magazine Porter, arrivando quasi a 'ringraziare' quell'indimenticato fermo.

"Dal punto di vista psicologico ero in un momento in cui avrei voluto fermarmi. Non entro nel dettaglio di ciò che accadde, ma non fu quello che la gente pensò. E sicuramente non fu la rapina del secolo! Ma mi ha permesso di prendermi una pausa che mi serviva davvero: tornai a San Francisco ad occuparmi di cose che... avevo altri interessi, sinceramente. Il pubblico mi associava agli anni Novanta e io ormai non ero più quella persona. E poi non mi hanno mai considerata per la mia età. Avete presente quella battuta de Il club delle prime mogli? A Hollywood ci sono solo tre età: bambola, procuratore legale e A spasso con Daisy. Ecco, io non sono mai stata procuratore legale".

Ma neanche A Spasso con Daisy, vista l'ancor giovane età (44 anni). Bentornata Winona.

Fonte: DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail