Francesco Renga: "Io, Ambra e i bambini siamo ancora una famiglia: questo tipo di amore non finirà mai"

Il cantante, intervistato da Donna Moderna, parla ancora una volta della rottura con Ambra.

renga.jpg

La fine della relazione tra Francesco Renga e Ambra Angiolini ha occupato per mesi le riviste di gossip, quando i due ancora non volevano rendere pubblica la rottura. Solo nelle ultime settimane, ora che entrambi sono usciti allo scoperto con i rispettivi nuovi compagni, sia Renga che Ambra non faticano a raccontare qualcosa in più sulla loro separazione e sul sentimento che, anche se modificato, ancora persiste.

Intervistato da Donna Moderna, questa settimana in edicola, il cantante bresciano rivela che, nonostante la storia finita dopo 11 anni, non ha perso la fiducia nel "per sempre":

Assolutamente no. Si deve sempre credere che una storia durerà per tutta la vita: l'amore non finisce mai. Io credo nei sentimenti, ho scritto un disco intero su questo. Quando vivi una grande relazione l'affetto semplicemente cambia, si trasforma, diventa altro.

E quell'altro è comunque un sentimento che merita rispetto:

Diventa qualcosa di diverso dalla passione dell'inizio della storia, un compromesso, un sentimento più adulto e maturo. Può succedere che il rapporto tra la donna e l'uomo si incrini e sia necessario cambiare, per non esplodere. Ci si trova a perdonare l'altro, anche quando non lo si sarebbe mai immaginato, ma l'amore non ha una data di scadenza e il "per sempre" io ce l'ho.

Francesco oggi è molto sereno, merito anche della maturità con cui:

Basta pensare ai miei figli e al rapporto che, grazie al cielo, sono riuscito a mantenere con Ambra, la loro madre. Abitiamo a una scala di distanza, io vado giù da lei, i bambini vengono su da me. Siamo ancora una famiglia e questo tipo di amore non finirà mai.

Infine, alla domanda se sia innamorato, risponde con sicurezza:

Moltissimo. Dei miei figli, della mia musica, del mio lavoro: come potrei non esserlo? In generale sono innamorato dell'amore, che è il motore di tutto e che potrebbe davvero farci evitare le tragedie a cui assistiamo ultimamente.

  • shares
  • Mail