Martina Stella sposa Andrea Manfredonia il 3 settembre: "Un fratellino a Ginevra? Sì, ma non subito"

Martina Stella racconta a Chi l'amore con Andrea Manfredonia e i progetti per il futuro.

martinastella_andreamanfredonia.png

Martina Stella il prossimo 3 settembre sposerà il compagno Andrea Manfredonia dopo due anni d'amore. L'attrice, intervistata da Chi - questa settimana in edicola - racconta perché ha deciso di andare all'altare e racconta così la proposta di nozze che il fidanzato le ha fatto:

Era nell’aria, ma non me l’aspettavo in quel momento specifico. Ero stata chiusa in casa una settimana con Ginevra con la varicella e quando Andrea mi ha chiesto di uscire a cena ho penpensato “Oddio, vorrà dirmi che lo sto trascurando”. Pensavo a un’uscita molto sportiva, ero in jeans e struccata. Invece mi ha portato in un bellissimo ristorante con terrazza meravigliosa sui tetti di Roma, mi ha fatto un lungo discorso e alla fine mi ha dato l’anello. Ho detto subito di sì.

Se forse non è la prima volta che un uomo la chiede in moglie, è certamente la prima volta che Martina sente di aver trovato l'uomo della sua vita, quello che può renderla felice:

È la prima volta che un uomo mi fa pensare in maniera seria e matura a questo passo.

Su di lui, infatti, la Stella non ha che parole di elogio e spiega così i motivi che l'hanno spinta a dire subito sì:

Perché è una persona meravigliosa, mi rende felice e sono molto innamorata. Siamo diversi e compatibili allo stesso tempo. Lui è paziente, affidabile, romantico e razionale. Io passionale, fumantina, istintiva. Ma ci capiamo bene e condividiamo ogni cosa, soprattutto la nostra idea di famiglia e le priorità della vita.

Nei progetti della coppia c'è anche un figlio, anche se intendono aspettare un po' prima di dare un fratellino o una sorellina a Ginevra:

È un nostro desiderio e, se Dio vorrà, lo coroneremo. Non subito, ma neanche tra 10 anni.

E il motivo dell'attesa non è lavorativo:

No, per delicatezza nei confronti di Ginevra. Andrea è entrato nella sua vita molto gradualmente, ed è stato bravissimo, ma ci sono anche stati piccoli e normali momenti di gelosia e prima di darle un fratellino o una
sorellina vogliamo che metabolizzi bene la nuova situazione.

Martina, infine, è certa che il matrimonio, a questo punto della vita, sia il giusto passo da fare e, nonostante lei sia figlia di genitori separati, non si fa prendere dalla paura:

I miei si sono sposati giovanissimi e si sono lasciati dopo 25 anni d’amore, facendo la scelta migliore per tutti. Ma oggi sono contentissimi per me e mio padre mi accompagnerà all’altare pieno di emozione. Perché in fondo il matrimonio è un viaggio bellissimo… Si spera di essere all’altezza.

  • shares
  • Mail