Eleonora Abbagnato è una star internazionale del balletto, étoile del Teatro dell’Opera di Parigi dal 2013 e direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma.

Grazia è andata a trovarla mentre è in tournée in Italia con la sua Carmen (i prossimi appuntamenti saranno il 10 luglio a Como, il 14 a Bari, il 24 a Civitanova Marche):

Bisogna avere carattere per andare avanti. Bisogna puntare dritto davanti a sé. Non bisogna guardare quello che succede attorno, ma avere sempre un obiettivo da raggiungere. È necessario lavorare, lavorare e credere in se stessi. Il fatto di essere bionda mi ha precluso in passato ruoli di carattere.

La danza ha raccontato dei sacrifici, delle paure e dell’amore per la danza:

A Parigi ho vissuto alcuni momenti difficili per la mia carriera, come la scelta che ho dovuto fare tra la Francia e l’Italia. Oggi, sono molto contenta di occuparmi del Teatro dell’Opera di Roma. Nel nostro Paese la danza sta vivendo un periodo difficile e desideravo tornare per questo motivo. Lotto per riuscire a creare qualcosa di grande sul nostro territorio. A Roma il pubblico che mi segue con i miei ballerini è veramente magnifico: per me è una grande soddisfazione. L’impegno e i sacrifici sono premiati. Pochi hanno idea del duro lavoro che volgono i giovani durante gli allenamenti e le prove. Hanno molto talento. Ho 80 figli anziché quattro.

E circa le insinuazioni sui casi di anoressia nel mondo dell’arte tersicorea:

Non entro in queste storie perché, comunque, non sono vere. Potrà essere successo a qualcuna, forse, ma è raro. L’anoressia è più frequente in altri settori. Nessuna fra le mie ballerine è anoressica, neppure all’Opera di Parigi.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto