Adele paga le tasse evase (per errore)

Adele paga le tasse evase.

adele-l-oreal

Poche settimane fa in Italia con due sold out all'Arena di Verona, Adele, regina indiscussa di vendite con i suoi primi 3 dischi (70 milioni di copie), ha dovuto riparare un tutt'altro che piccolo errore commesso con il fisco britannico. A causa del propri commercialista, infatti, lo scorso anno la cantante si è intascata 9 milioni di euro dall'azienda Melted Stone Ltd, di sua proprietà, rispetto ai 6 previsti. Questo a causa di 3 milioncini di tasse 'sbadatamente' evasi. Fino ad oggi.

«È stato un incidente imbarazzante. Adele ama dipingersi come una persona onesta e vicina alla gente comune, dunque questo evento che ha riportato l’attenzione sul suo enorme capitale non le giova di certo. Tutti i dettagli dell’errore sono stati comunicati alle autorità competenti. Come già specificato nel rapporto, la posizione della mia cliente è risolta».

Tutto è bene quel che finisce bene, in conclusione, per un'Adele che non vuole neanche lontanamente passare per evaditrice. In pochi anni l'artista britannica ha costruito un vero e proprio impero, con un patrimonio che ha sfondato il muro dei 100 milioni di euro grazie al boom di dischi e singoli. Quest'anno, inoltre, arriveranno ulteriori sterline dal tour internazionale che ha fatto sold out praticamente ovunque, prima di tornare a dedicarsi all'amata famiglia. E magari all'assunzione di un commercialista meno 'sbadato'.

Fonte: TheSun

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail