Amadeus: "Io, Fiorello e Bonolis vicini di casa e di quartiere"

Amadeus ha svelato il rapporto speciale che lo lega a Fiorello: "E' uno che ti aiuta sempre"

ama-e-bonolis.png

Amadeus condivide tutto con due colleghi dello spettacolo, a lui particolarmente cari anche nel privato. Ci riferiamo a Fiorello e a Paolo Bonolis. Con il primo ha condiviso il talent scout, Claudio Cecchetto, e l'esordio in radio, con il secondo ha in comune lo stesso agente, Lucio Presta.

Intervistato dal Tv Sorrisi e Canzoni, il conduttore di Reazione a catena ha rivelato un aneddoto molto simpatico sull'amico showman (che ha pure imitato a Tale e quale show):

"Oggi e io Fiorello siamo anche vicini di casa, ma per caso. Stavo cercando un appartamento a Roma. Ne avevo già visti 30 e uscendo dall'ennesimo palazzo lo incontrai. Scoprii che abitava lì e così presi l'appartamento sotto il suo. Fiorello è una grande persona ed è sempre pronto a soccorrere un amico in difficoltà. Per questo non abuso mai del suo aiuto. Tranne una volta".

Amadeus ha, infatti, ricordato di quando, nel 1999, aveva lasciato Mediaset per accettare l'invito di Carlo Freccero, che gli affidò la conduzione di Festa di classe, su Rai2:

"Le prime due puntate androni male. Ci spostarono al venerdì, ma se avessi tappato non sarei potuto tornare indietro e mi sarei bruciato la carriera. Così telefonai a Fiorello, dicendogli che avevo bisogno di lui perché non tagliassero il programma. Mi tranquillizzò dicendo che sarebbe stato con me. Quella puntata andò benissimo e lo show fu un tale successo che poi mi affidarono Domenica in".

Un altro suo amico "disponibile e geniale" è, appunto, Paolo Bonolis:

"Anche lui è un vecchio amico. L'ho conosciuto nei corridoi di Cologno Monzese quando faceva Bim Bum Bam e io Deejay Television. Mia moglie Giovanna, oltre a far parte del minimondo di Avanti un altro, era stata anche ballerina nelle prime edizioni di Ciao Darwin. Con Paolo ci si vede negli studi tv ma, abitando nello stesso quartiere, ci si incontra spesso. Magari dal barbiere dove ci consoliamo parlando di Inter, la nostra squadra del cuore".

Amadeus è proprio rimasto, a detta sua, "un ragazzo degli anni Ottanta".

  • shares
  • Mail