Rita Pavone: "Sono stata sospesa a scuola per un cazzotto"

Rita Pavone ha svelato a Estate in diretta perché ci ha ripensato ad uscire di scena

rita pavone estate diretta

Rita Pavone era tosta già da bambina. Ospite a Estate in diretta, la cantante e attrice ha rivelato di essersi opposta a un atto di bullismo scontando persino una sospensione a scuola:

"Io ho sempre adorato le lentiggini perché sono qualcosa che ti differenzia dalle altre. Però una ragazzina alle elementari insisteva su questo fatto, con una cantilena… Poi mi diceva che ero bassa, che era inutile che mangiassi, tanto non crescevo mai. Allora sono andata a prendere un banana dalla tasca e le ho mollato un cazzotto in mezzo agli occhi. Delle volte essere troppo buoni non è che si guadagna. Ho avuto cinque giorni di sospensione a scuola, ma quando sono tornata c'era un'aria diversa di rispetto".

La storica interprete di Gian Burrasca ha anche svelato che tipo di figura materna incarna:

"Sono una madre che sente molto il rapporto coi figli, c'è un distacco. Non voglio che mi considerino un'amica, però mi piace quando si aprono con me. Ho un bellissimo rapporto anche di lavoro. Il mio figlio più piccolo, Giorgio, ha 40 anni, è un musicista strepitoso, lui mi dà delle dritte. Il più grande è un giornalista politico, lavora per la tv italiana in Svizzera, mi dà anche delle nozioni".

Rita ha anche ammesso il motivo per cui, qualche anno fa, si era ritirata dalle scene:

"Io mi ero stufata e di venire a cantare sempre Cuore in tv. Non mi piace andare in televisione e cantare sempre le stesse cose. Mi piace cantarli ai concerti. Io sono della generazione degli anni Cinquanta, sono nata col rock dentro di me. Non avevo mai realizzato un disco per il quale io aspiravo. Allora ho detto 'lascio, vado via con un bel ricordo'. Poi mi ha chiamato Renato Zero per i 60 anni, ho scoperto che 'sta vocina cantava bella dritta e mi sono fatta questo disco come omaggio ai miei maestri, ma anche ai loro autori che scrivevano canzoni meravigliose".

Alle nuove generazioni la Pavone dà un consiglio ben preciso:

"Quello che dico ai ragazzi di oggi è prendetela con calma, dovete divertirvi, non pensate al successo e ai soldi. Godete di questo mestiere. Io avrei fatto anche la corista pur di stare sul palcoscenico".

Immancabile il suo bilancio sulla partecipazione a Ballando con le stelle:

"Se non mi fossi fatta male io gli davo un po' di polvere ai due vincitori. Io ho sempre creduto sul fatto che un cantante debba prendere esempio dagli americani, che sono artisti completi. Poi una bella esperienza di vita, umana, Milly è una donna incredibile".

Il segreto della sua forma perfetta? "Non mangio mai alla sera". Quando si dice un personaggio unico.

  • shares
  • Mail