Francesca De Andrè: "Mio padre dice che non è stato querelato? Non sa come difendersi..."

La figlia di Cristiano De Andrè ha discusso a Domenica Live con Pierluigi Diaco.

francesca-de-andre.jpg

Francesca De Andrè è stata nuovamente ospite del programma di Canale 5, Domenica Live, condotto da Barbara D'Urso. Durante la puntata odierna, la modella, showgirl, figlia di Cristiano De Andrè e nipote di Fabrizio, ha discusso in studio con il giornalista Pierluigi Diaco che l'ha sostanzialmente accusata di sfruttare il proprio cognome per ottenere visibilità televisiva.

Partiamo, però, da alcune dichiarazioni inedite di Cristiano De André che ha dichiarato di non aver ricevuto alcuna querela dalla figlia Francesca:

Non me l'hanno fatta questa querela. Io spero che capiscono le motivazioni di quello che ho scritto. Ci sono situazioni in cui le colpe vengono date alle persone sbagliate. Spero che anche loro possano sciogliere dei nodi. Due figli sono tornati... Gli altri, mi auguro che torneranno. La verità è difficile da accettare. Non c'è altro da fare. E' un libro che ho scritto anche per far pace con mia figlia.

Francesca De Andrè, rispondendo a tono a Diaco, ha ribadito che ha deciso di difendersi in tv in quanto è stata attaccata pubblicamente con un libro:

Il contenuto di questo libro è completamente diffamatorio e falso. Questa cosa sta venendo fuori. Lui dice che la verità è da accettare e che non l'ho querelato... E' una persona che non è predisposta ad essere sincera, limpida, non è nemmeno chiaro quando parla.

Diaco ha consigliato la De Andrè di comportarsi con maggiore sobrietà ma l'ex concorrente de L'Isola dei Famosi non ha accettato quest'accusa:

Se lui non avesse dato bugie e se non avessi portato il mio cognome, non sarei stata pubblicamente diffamata. Questo mi ha portato a difendermi. Mio padre è stato preso con le mani nella marmellata e non sa come difendersi. Mio padre è indifendibile. Io non mi comporto con sobrietà? Perché il libro scritto da mio padre è un libro sobrio? Sono stata diffamata pubblicamente e rispondo pubblicamente.

  • shares
  • Mail