B.B. King, i figli in lotta per l'eredità milionaria

È partita la corsa all'eredità musicale e finanziaria della leggenda del blues

performs on stage during the 2013 Crossroads Guitar Festival at Madison Square Garden on April 12, 2013 in New York City.

È guerra per l'eredità di B.B. King, la leggenda del blues morta un anno fa ad 89 anni. A reclamare una fetta della fortuna, la cui stima totale varia dai 5 ai 40 milioni di dollari, sono gli 11 figli rimasti in vita fra i 15 concepiti dal bluesman americano, tutti avuti da donne differenti.

A detta degli aspiranti eredi, la fortuna del celebre padre ammonterebbe ad oltre 30 milioni di dollari. Nel 2007 - sostengono gli 11 - il padre avrebbe firmato il suo ultimo testamento, quello che avrebbe assegnato a ciascuno di loro una parte uguale dell'eredità.

Non la pensa così l'amministratore fiduciario a cui è stato affidato il compito di spartire la torta, LaVerne Toney, che aiutò fino all'ultimo il celebre chitarrista nella gestione dei suoi affari.

Stando a Toney, la fortuna di B.B. non supererebbe i 5 milioni di dollari e andrebbe suddivisa seguendo il documento firmato dall'artista nel 2014, pochi mesi prima della morte.

L'incertezza sul da farsi e le numerose parti in gioco difficilmente faciliterà un rapido disbrigo della faccenda. A rendere la questione ancor più complicata è il fatto che due delle figlie del chitarrista, Karen Williams e Patty King, hanno accusato Toney e Myron Johnson, l'assistente personale del chitarrista, di averlo ucciso.

B.B. King è morto il 14 maggio, ufficialmente a cause di un attacco di cuore e delle complicazioni causate dal diabete di cui soffriva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail