La PETA contro Justin Bieber, di nuovo

La PETA torna ad attaccare Justin Bieber, accusato di alimentare lo squallido commercio di animali esotici.

justin-bieber-slammed-by-peta-for-posing-with-lion-cub.jpg

Justin Bieber ha colpito ancora. Il 22enne cantante canadese ha infatti nuovamente fatto imbestialire la PETA, in passato più volte polemica nei suoi confronti. Tutta colpa di un cucciolo di leone, da lui coccolato poco prima del via di un concerto a Toronto. Le immagini di Bieber con l'animale sono finite su Instagram, ovviamente, con Lisa Lange, vice-presidente PETA, subito pronta a 'sgridarlo' pubblicamente.

'Quasi 3 settimane dopo le foto in posa con una tigre, Bieber è tornato. A quanto pare con lo stesso leoncino che era comparso al compleanno di sui padre, strappato dalla madre subito dopo la nascita e mettendo la sua vita in pericolo solo per poter essere sfruttato per qualche foto con celebrità incapaci. Questa è crudeltà, ed è arrivato il tempo che Bieber chieda 'scusa' per la sua pubblicità allo squallido commercio di animali esotici'.

Quando si dice andarci leggeri. In passato, come dimenticarlo, Justin finì nei guai a causa della scimmia Mally, a lui tolta una volta arrivato in Germania perchè priva dei documenti necessari. E lì rimasta. Da parte dello staff del cantante non sono arrivate risposte dirette alla PETA, che continua a monitoraere con enorme attenzione i rapporti tra Justin e il mondo animale.


Una foto pubblicata da Justin Bieber (@justinbieber) in data:


Una foto pubblicata da Justin Bieber (@justinbieber) in data:


  • shares
  • Mail