Claudia Gerini: "Federico Zampaglione? Non ci sposiamo. Non ho ancora abbandonato l’idea di avere un terzo figlio"

La Gerini intervista da settimanale Gente: il desiderio del terzo figlio e la decisione di non sposarsi.

zampaglione-gerini

Dal 26 maggio Claudia Gerini torna nelle sale cinematografiche da protagonista, nel film Il traduttore, thriller sentimental-psicologico diretto da Massimo Natale. Per l'occasione il settimanale Gente l'ha intervistata e ne ha approfittato anche per qualche domanda sulla sua vita sentimentale. Legata da 11 anni al cantante Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino, Claudia rivela che il loro rapporto va a gonfie vele, ma hanno accantonato l'idea del matrimonio e ci scherza su:

«La nostra unione è solida, ma non ci sposiamo. C’è stato un momento in cui ne parlavamo, ma dopo la nascita di nostra figlia non ne abbiamo più sentito l’esigenza. È come se fosse già così. Credo sia un capitolo chiuso. E poi al cinema, ormai, interpreto troppo spesso la vedova. Lo faccio per lui».

Il fatto che non si sposino, però, non significa che siano in crisi, come ogni tanto qualcuno prova a dire:

«Alla faccia di chi ci vuole sempre sul punto di lasciarci, Federico e io duriamo perché abbiamo passioni in comune. Tra di noi c’è un’ottima chimica, siamo amanti, confidenti e amici anche perché per lavoro siamo spesso lontani: il desiderio, così, rimane alle stelle. Di lui mi piace l’autenticità, è un uomo fedele a se stesso e alle sue idee, e poi è un romantico. È riflessivo e tranquillo. Io, invece, mi fermo solo se mi fanno l’anestesia.».

Differenze che, comunque, non li hanno mai allontanati:

«Ormai ci conosciamo. Se mi va di fare qualcosa la faccio e lui non si offende. Certo, con le bambine è più ansioso di me. Se le porto in barca, per esempio, dice che è pericoloso».

Le bimbe sono Rosa, 12 anni, nata dalle nozze con il dirigente finanziario Alessandro Enginoli, e Linda, 6 anni e mezzo, avuta da Zampaglione:

«Sono meravigliose. Ho scelto di seguirle da vicino rinunciando a film con lunghi set lontani. Preferisco tornare a casa in macchina di notte pur di incrociarle un attimo. La più piccola rappa, ama la musica; la maggiore predilige il teatro, è piena di talento. Ed è campionessa di pattinaggio».

In famiglia quindi manca il maschietto e Claudia, 44 anni, rivela di non aver rinunciato all'idea di avere un altro bambino:

«Non ho ancora abbandonato l’idea di avere un terzo figlio. Mi piacerebbe anche adottarlo, ma la burocrazia si mette di traverso. Se devo esprimere un desiderio, ne vorrei un terzo naturale assieme a un quarto che arriva da lontano. Quando la gente penserà “ah, ma la Gerini si è fatta vecchia!”, spero di essere nel sud del mondo a fare volontariato. Lo dice anche la mia astrologa: ho il tema astrale di una missionaria».

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail