Jamie Lee Curtis, la confessione dopo la morte di Prince: sono stata tossicodipendente

In attesa di conoscere i risultati dell'autopsia di Prince, Jamie Lee Curtis confessa: 'anche io ero tossicodipendente'.

Meravigliosa nonché unica vera Scream Queen del cinema horror americano, Jamie Lee Curtis, 57enne figlia di due leggende come Tony Curtis e Janet Leigh, ha scritto un toccante editoriale sull'Huffington Post legato in qualche modo alla scioccante morte di Prince. Nei giorni scorsi si è infatti scritto di tutto e di più nei confronti della popstar, con l'autopsia che dovrà rivelare le vere cause del decesso, con la diva che ha così gettato la maschera parlando per la prima volta del proprio passato.

'E così, in attesa dell'ultimo esame tossicologico, si è scritto sul New York Times che Prince era tossicodipendente. Lo capisco. Anch'io lo ero. Anch'io attendevo con ansia la ricetta per il farmaco dal quale avevo segretamente sviluppato una dipendenza. Anch'io mi sono ritrovata ad assumerne troppi tutt'insieme. Anch'io cercavo di fermare il dolore fisico ed emotivo cogli antidolorifici. Annientarlo. Fermarlo. Io sono una di quelli fortunati, perché è da oltre diciassette anni che mi sono disintossicata'.

Jamie Lee ha poi preso di petto il sottovalutato problema della dipendenza dai farmaci, che evidentemente coinvolge milioni di persone in tutto il mondo.

'Pare che adesso governo, AMA, FDA e mezzi di comunicazione stiano iniziando a occuparsi dell'epidemica dipendenza da oppiacei. Sono state fatte delle riclassificazioni, e dei tentativi di dare una stretta agli eccessi delle loro prescrizioni. La maggior parte di coloro che finiscono per diventarne dipendenti, come la sottoscritta, lo fanno dopo aver assunto antidolorifici che gli erano stati prescritti in seguito a un'operazione chirurgica. Ma non appena scatta la brama, spesso è ormai troppo tardi. Personalmente mi ritrovo, come voi tutti, a piangere la perdita di un grande artista, ma piango anche la perdita d'altri artisti in potenza, del passato e del presente, schiacciati da questa morsa letale. Impegniamoci di più, concentriamoci a fare tutto il possibile per non favorirla, e così disinnescarla, nei nostri cari, che sono malati. Quello è il suono di un pianto collettivo'.

Rilanciata in televisione da Ryan Murphy grazie alla serie Scream Queens, Jamie Lee vinse un Golden Globe grazie alla serie Anything but Love, per poi bissarlo grazie al delizioso True Lies di James Cameron. Era il 1994 e da allora la Curtis è andata icontro a due decenni molto complicati, dal punto di vista professionale, tanto da vivere in silenzio questa dipendenza. Da oltre 30 anni l'attrice è sposata con l'attore, regista e musicista Christopher Guest, con cui ha adottato due figli, Annie (1986) e Thomas (1996).

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail