Britney Spears, 130.000 dollari al padre in quanto tutore

Britney Spears in tribunale contro l'ex manager.

Britney Spears

Da quasi 10 anni, oramai, Jamie Spears è il tutore legale del patrimonio della figlia Britney Spears, anni fa crollata dal punto di vista psicofisico. Un 'ruolo' che porterebbe nelle tasche di papà Jamie la bellezza di 130.000 dollari l'anno. Oltre all'affitto di un ufficio privato, ovviamente pagato dal conto in banca della cantante.

Cifre che sono venute alla luce grazie alla battaglia legale intrapresa dalla Spears contro l'ex manager Sam Lutfi. Come ricordato dal New York Post, Britney non può prendere decisioni di alcun tipo dal punto di vista finanziario senza l'approvazione del padre e dell'avvocato Andrew M. Wallet. Jamie è di fatto responsabile del benessere fisico della figlia, nonché gestore del suo spaventoso patrimonio.

Tutto questo con la Spears che è finalmente sbarcata in un'aula di tribunale. I 'tutori' Wallet e Jamie le hanno infatti permesso di testimoniare contro l'ex manager. Una testimonianza che non ha 'causato danni', anche se stressante e dalla durata di 4 ore. Forse perché papà Spears, ancora oggi, continua a gestirle di fatto la vita.

Fonte: AceShowBiz

  • shares
  • Mail